Senza veli in vasca! Mercedesz Henger manda in tilt i fanProvetta con feto in un'aiuola a TorinoAl micio piace la topa... Naike Rivelli e la zampa del gatto proprio ...Colpita da scarica elettrica mentre fa la doccia! 50enne trovata ...Batteri killer, troppi morti! Italia prima in EuropaDiletta Leotta, chi è l'uomo al suo fianco? Eva Henger insuperabile! Lo scatto hot provoca i fan MotoGp: Marc Marquez domina a ValenciaBelen Rodriguez è sotto ipnosi: cosa è successo a Tù sì que vales Il lato B è da infarto! Raffaella Fico riprende gli allenamentiNon si vede un ca***! Ornella Vanoni, gaffe epocale in direttaIstigazione all’odio razziale e diffamazione : denunciato Chef RubioOltre 200 esami tra esami, test e screening nella giornata di ...Prende l'auto della madre, Daniele Burelli muore a 16 anniMorto il rapper Cry Lipso: aveva solo 21 anni
di

Tony Colombo e Tina Rispoli: inchiesta Camorra Entertainment, il lato oscuro dei neomelodici

Tony Colombo, re dei neomelodici, e Tina Rispoli, vedova del boss di camorra Marino, protagonisti ...
Tony Colombo e Tina Rispoli: inchiesta Camorra Entertainment, il lato oscuro dei neomelodici

Tony Colombo e Tina Rispoli: inchiesta Camorra Entertainment, il lato oscuro dei neomelodici

Tony Colombo

Tony Colombo, re dei neomelodici, e Tina Rispoli, vedova del boss di camorra Marino, protagonisti di un discusso matrimonio nella scorsa primavera, sono le figure di spicco dell'inchiesta giornalistica di tre puntate “Camorra Entertainment” condotta dal team Backstair di Fanpage.it. Nel mirino c'è la rete di relazioni del management del cantante siciliano, le società inesistenti, il business delle serate e dei matrimoni. Sullo sfondo c’è Napoli, la musica ‘di strada’ e l'incredibile giro d'affari dietro queste attività. Attraverso un lavoro durato 10 mesi, condotto tra Napoli, Roma, Milano e la Sicilia, l'inchiesta fa emergere per la prima volta uno spaccato approfondito della vita del cantante. Gli inizi, quando Antonino Colombo, nato nel 1986 nel quartiere Ballarò di Palermo sognava di diventare cantautore fin dall'infanzia: "Ero il bambino che cantava nel quartiere popolare, vengo da una famiglia poverissima" racconta alle telecamere di Fanpage.it il cantante e aggiunge "Il mio padrino artistico è stato Mario Merola, avevo sei anni".

Ma quando iniziamo a indagare su come è nata la fortuna del neomelodico trasferitosi a Napoli a 18 anni, non si trova nel Registro Imprese a suo nome alcuna società che si occupi di musica. A Catania individuiamo l'unica ditta formalmente intestata al cantante: un negozio che dovrebbe essere teoricamente una gelateria, ma in pratica ospita solo esposizioni di bigiotteria. "Colombo c'era 5 anni fa" dice l'attuale affittuario del locale.

L'inchiesta continua tracciando l'evoluzione del cantante, il cui business lo porta in Romania nel 2010 al fianco di Adrian Minune, noto interprete di musica manele, e noto anche per essere legato al “Clan Corduneani” altresì detto il "Clan degli Sportivi", sodalizio criminale accusato di estorsione, traffico di armi e di droga. E sempre in Romania troviamo Tony nel 2017, questa volta insieme a quella che sarà la sua futura moglie, alla corte di Nicola Inquieto, arrestato e condannato a 16 anni di carcere per essere stato l'uomo di fiducia del boss Michele Zagaria in Est Europa.

L'autore di "Ti aspetto all'altare" è sempre più richiesto: "Ci sono anni che ho fatto 11, 12 serenate al giorno" ci spiega quando lo seguiamo in uno dei suoi tour per la Festa della donna. Proprio a uno dei suoi concerti scopriamo chi si nasconde dietro l’organizzazione del siciliano. Si tratta della Genesis Group della quale fanno parte Fabrizio Scippa, ex manager di Fabrizio Corona, e Agostino Iacovo, quest'ultimo con un curriculum criminale di tutto rispetto, come ci conferma la Guardia di Finanza: "Condanne in primo grado a 4 anni 8 mesi di reclusione per il reato in concorso esterno in associazione mafiosa. Imputato per le ipotesi di reato di associazione a delinquere. Riciclaggio, truffa. Reati tributari, emissione di fatture inesistenti. E condanne irrevocabili per i reati di percosse minaccia grave e reati di calunnia" e attualmente coinvolto in una maxi inchiesta della Procura di Paola denominata "Camaleonte" su società con prestanome che avevano l'obiettivo di riciclare denaro, secondo gli inquirenti.

È lui a firmare i contratti con Tony anche se a comparire come amministratore unico e proprietario al 100% dell'agenzia è una ragazza di 24 anni. Ma c'è di più: in una indagine denominata "Cartesio" il nome di Agostino Iacovo viene accostato a quello di Franco Muto, uno dei più pericolosi boss della ‘ndrangheta calabrese. A gestire l'agenda di Tony Colombo subentra poi Giorgio Mascitelli, noto nell'hinterland napoletano per essere il figlio di Bruno Mascitelli, detto "O canotto", reggente dell'omonimo gruppo camorristico operante nell'area Est di Napoli.  

Infine, quando chiediamo a Tony Colombo di commentare questi elementi ci viene rifiutata l'intervista: "A noi fa gioco quando le testate giornalistiche ci difendono, non quando ci distruggono - ci risponde al telefono - A noi non interessa né Fanpage né l'intervista. Ditelo al direttore. Ha detto Colombo: non gli interessa".

Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Tony Colombo
da Paola Cammarota
zazoom
- 4 5 4
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : MusicaTony ColomboTina RispoliinchiestaCamorra
Clicca qui e commenta questo post!