Stuprata a Roma, preso uno dei 3 autoriYouGov : Michelle Obama è la donna più amataChiara Ferragni farà il giudice a Making the cute... lo show di modaAlessandro Cecchi Paone contro Cecilia Rodriguez : non sarà mai come ...Pamela Prati : la finta storia Mark Caltagirone diventa un filmClizia Incorvaia risponde a Sarcina : durante il matrimonio sono ...G7,intesa su tassazione giganti del webInps, aumento record cassa integrazioneBari, assenteismo in ospedale, 13 arrestiGiuseppe Conte : governo, da me no ad azioni opachePamela Perricciolo mi disse che Mark Caltagirone era un pentito! la ...Paola Ferrari punta da una medusa! Dopo 5 giorni la situazione non ...Naomi Campbell ha paura dei germi! ecco cosa ha fatto in aereoSanità lombarda, assolto Massimo GarvagliaDiletta Leotta... passione in alto mare con Daniele Scardina
di

E' morto consumato dal dolore! Perse moglie e figlio nell'attentato di Nizza

Tahar Mejri aveva visto la ex compagna morire il 14 luglio del 2016 travolta dal camion guidato ...
E' morto consumato dal dolore! Perse moglie e figlio nell'attentato di Nizza

E' morto consumato dal dolore! Perse moglie e figlio nell'attentato di Nizza

Tahar Mejri

Tahar Mejri aveva visto la ex compagna morire il 14 luglio del 2016 travolta dal camion guidato contro la folla dal jihadista Mohamed Lahoueij-Bouhlel. Aveva vagato per due giorni in cerca del piccolo Kylan di 4 anni finché non seppe che aveva perso anche lui. Non ce l'ha fatta e quasi tre anni dopo aver perso nel terribile attentato della Promenade des Anglais, a Nizza, il figlioletto e la ex moglie, Tahar Mejri ha voluto seguire la stessa sorte: «non aveva alcun istinto suicida - testimoniano quelli dell'Associazione delle vittime che lo conoscevano bene - ma si è lasciato morire, talmente era triste e svuotato».

Tahar Mejri, 42 anni, aveva perso il figlio di 4 anni e la ex moglie il 14 luglio 2016 nell'attentato che fece 86 morti fra la gente che stava seguendo i fuochi d'artificio. «È stata aperta un'inchiesta per verificare le cause della sua morte - ha detto Seloua Mensi, presidente dell'associazione Promenade des Anges, di cui fanno parte i familiari delle vittime - ma per la famiglia è morto di dolore. Se non fosse stato musulmano, si sarebbe suicidato».


Dopo aver visto morire la ex moglie, Olfa, uccisa dal camion guidato contro la folla dal jihadista Mohamed Lahoueij-Bouhlel, Taher Mejir aveva vagato due giorni per le strade di Nizza alla ricerca disperata del bambino, Kylan. Soltanto due giorni dopo, davanti a un ospedale della città, gli era stata comunicata la morte del piccolo. La sua disperazione commosse i media e i francesi, e da allora Taher andava in giro indossando sempre una t-shirt con la foto del figlio scomparso.
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Tahar Mejri
da Zazoom
zazoom
- 4 5 4
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : AttualitàTahar Mejrimogliefiglioattentato
Clicca qui e commenta questo post!