Paola Perego : Dopo 22 anni d’amore mio marito mi fa ancora ridereSocial e dati degli utenti : da Panda consigli anti intrusioniElectronic Arts: gravi vulnerabilità su OriginPaola Perego : dopo 22 anni d’amore mio marito mi fa ancora ridereTre giorni di promozione per l’acquisto di un’ambulanza della Croce ...Infrastrutture Wi-Fi in palazzi storiciVip birthday sfarzoso per il fashion creator pugliese Vincenzo ...Simone Coccia ha fatto il trapianto dei capelli in TurchiaSono stata male! Sara Affi Fella dopo lo scandalo di Uomini e DonneCaterina Balivo spiega perché non sarà più al Pride di MilanoPamela Petrarolo : Gianni Boncompagni mi chiamava The VoiceCosì va bene? La ragazza Anni 50 di Avanti un'altro Francesca ...Oppaidius Summer Trouble! disponibile su SteamKikò Nalli : sono innamoratissimo di Ambra!Crash Team Racing Nitro-Fueled disponibile
di

Il concerto di apertura della manifestazione musicale Piano Formia : Gran Galà di Musica

E finalmente arriva il concerto di inaugurazione di questo che si preannuncia un appuntamento ...
 Il concerto di apertura della manifestazione musicale Piano Formia : Gran Galà di Musica

 Il concerto di apertura della manifestazione musicale Piano Formia : Gran Galà di Musica

cultura

E finalmente arriva il concerto di inaugurazione di questo che si preannuncia un appuntamento musicale di primo ordine, quello di Piano Formia, che si è svolto al teatro Remigio Paone di Formia, organizzato dall'accademia Musicale Annamaria Pennella di Formia e l'associazione I Classici, con il patrocinio della stessa amministrazione. Il maestro pianista Marco Ciampi, deus ex machina di questa manifestazione, ha voluto portare a Formia diversi artisti anche di fama internazionale, per portare la musica nei siti storici e interagirli con la musica colta, classica,lirica e sinfonica che sia. Progetto che ha avuto, oltre che il patrocinio della Amministrazione targata Paola Villa, si ringrazia anche il Conservatorio di Musica "Cimarosa" di Avellino nella persona del maestro Carmelo Columbro, il presidente dell'associazione culturale Web Progens Alberto Simione,i collaboratori Federico Anselmucci, Domenico De Luca e Keith Leone Tuccinardi, infine Chiara Sirocchi e anche Mario Laaudati e Renato Gallo. 

Dopo gli interventi istituzionali del sindaco Paola Villa e del vicesindaco e assessore alla cultura Carmina Trillino, ecco che si è esibito per primo con due brani il primo violoncellista del Teatro San Carlo di Napoli Gianluca Giganti, Nel primo brano, di Bach "Preludio" dalla suite n.1 BWV 1007, un pezzo musicale di importanza del maestro tedesco del Barocco, ha messo in evidenza la sonorità dello strumento con un suono delicato ma allo stesso tempo di intensità espressiva in modo da dare al pubblico la possibilità di apprezzare la sua tecnica. Nel secondo brano, di Cassadò, l'"Intermezzo e Danza Finale"dalla Suite per violoncello, il musicista ha avuto la possibilità di mostrare il suo virtuosismo attraverso l'esecuzione la sensazione di essere catapultati attraverso l'esecuzione danzante di una danza dove il violoncello non suonava, ma cantava attraverso lo sfregamento dell'archetto sulle corde. Dopo l'esecuzione del violoncellista Giganti, è entrato in scena il maestro Marco Ciampi che si è esibito in uno dei suoi pezzi preferiti, ossia il russo Rachmaninov con il preludio Op. 23 n.4,mettendo in risalto, se ce ne fosse bisogno, la sua grane esperienza musicale con il suo saper dialogare con il pianoforte a pari a pari. Dopo di che, lo stesso Ciampi ha fatto entrare sul palco il soprano del teatro San Carlo di Napoli Alessandra Krogh, ed insieme hanno presentato il "grande vascello nero", come lo ha definito il maestro Aldo Ciccolini, ma ha anche spiegato che per farlo entrare "questa Ferrari del pianoforte 2, ci sono volute due ore. 

Ma al di là di questa battuta, ha accompagnato divinamente il soprano Kroghnella esecuzione di due brani della tradizionale musica napoletana, il primo E. De Curtis "non ti scordar di me", un canto malinconico e della esperienza nostalgica della Napoli di fine Ottocento; e il secondo Rossi-Murolo "Maria Mari", che è dedicato alla figura femminile di quella Napoli, che vede la donna sempre attenta alle necessità degli altri. Il soprano, che per altro non è nuova alle scene della Formia musicale, ha eseguito alla perfezione i due canti, facendo ascoltare ai presenti la sua notevole estensione vocale e la limpidezza della sua vocalità che è sempre pulita ed elegante. A seguire arriva la seconda esibizione del violoncellista Giganti con altri due pezzi, la"Giga" di J. S. Bach sempre dalla suite n1 BWV 1007, che come dice il nome del pezzo eseguito, è una vera e propria danza che il violoncello, sotto la sapiente mano del musicista, ha fatto danzare le note musicali in modo veramente straordinario, dopo di che dalla musica classica si è passati al jazz,esattamente con la esecuzione di Amanti "Old time dai 20 studi per violoncello solo", e qui il musicista ha mostrato una grande sensibilità musicale ed anche una grande versatilità della padronanza dello strumento, che ha fatto comprendere che il violoncello può essere usato anche per eseguire musiche diverse da quella classica o sinfonica. E a proposito di jazz e virtuosismo musicale, sono saliti sul campo il Duo Olimpo, composto da Giuseppe Di Lorenzo al pianoforte e Silvio Rossomando al sax, che sono stati vincitori del concorso internazionale "Argento. I due hanno eseguito con virtuosa espressività e delicata maestria una versione rivisitata in chiave jazz della"Carmen" di Ravel, mostrando che i due non hanno vinto questo concorso a caso, questo brano lo hanno eseguito al posto di quello previsto nel programma di Yoshimatsu "Fuzzy Bird". A seguire una nuova esibizione pianistica di Ciampi della celeberrima "Ciaccona" di Bach, un pezzo virtuosistico per violino solo che il grande compositore tedesco ha composto nel 1720, e che ha visto varie trascrizioni di questo pezzo per vari strumenti,tra cui quella di Busoni che ha visto una trascrizione strumentale piena, e il pianista ha saputo interpretare con sentimento e delicatezza questo bellissimo pezzo della tradizione bacchiana. Ciampi si è esibito ancora in coppia con il soprano Krogh e si è passati all'opera, ossia il grande Giacomo Puccini. 

Il primo pezzo di Puccini è "Oh! Mio Babbino Caro" da Gianni Schicchi,un 'ode alla figura del padre da parte della figlia e che ha visto una deliziosa esecuzione vocale della soprano, e il secondo pezzo dalla Tosca"Vissi d'arte", dove si canta la tristezza e l'intensità della vita artistica di Tosca, sconvolta dall'amore di un pittore come Caravadossi, al quale lei ha offerto il suo amore, una delicata esecuzione da parte del soprano che ha interpretato alla grande questo personaggio della produzione musicale del compositore toscano. Gli ultimi due pezzi finali sono stati eseguiti dal duo Olimpo, il primo di Swerts "Klonos", dove il virtuosismo dei due musicisti ha messo in evidenza la loro padronanza del maneggiare musicalmente gli strumenti. e il secondo di Peterson "Spain", che ha visto il duo esibirsi in questo brano struggente ma nello stesso tempo di elevata intensità musicale. Quindi i musicisti coinvolti in questo "GranGalà" hanno mostrato le loro qualità artistiche e sono stati veramente dei musicisti di prim'ordine, che hanno deliziato il pubblico con la loro esibizione.

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : cultura
da pietro.zangrillo@libero.it
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : MusicaculturamusicagalàFormia
Clicca qui e commenta questo post!