Unica misura adeguata! Fabrizio Corona resta in carcereE' ricoverato in ospedale! Incidente per il figlio di Gerry ScottiPer un pelo! Dingo entra in camper e trascina via bimbo di 14 mesiAddio Aquaman! Il nobile gesto di Jason MomoaTutto per regali e ricariche telefoniche! Facevano prostituire la ...500mila di euro al Comune per i gatti! Il testamento di una vedova e ...Ho scontato la mia pena! Ex terrorista Raimondo Etro ottiene il ...Sesto San Giovanni : Matrimonio tra rom finisce a colpi di pistolaI social strumento di distruzione di massa! La paura di Piero AngelaManipolazione di verità! Bianca Guaccero smentisce le notizie sulla ...L'amico mio più grande! Il cane di Nino D'Angelo è mortoSono magra, ma non dite che sono malata! Martina Colombari risponde ...Industria : Sale il fatturato, ma giù ordiniGrande Fratello : Lemme merita un provvedimento per quello che ha ...Sophie Gradon : La bellissima Miss si è impiccata, il ragazzo fa la ...
di

Cerco casa! La deputata M5S vive nella casa popolare con lo stipendio da onorevole

La deputata del Movimento Cinque Stelle, Celeste D’Arrando, ha chiarito, via nota stampa, gli ...
Cerco casa! La deputata M5S vive nella casa popolare con lo stipendio da onorevole

Cerco casa! La deputata M5S vive nella casa popolare con lo stipendio da onorevole

La deputata del Movimento Cinque Stelle, Celeste D’Arrando, ha chiarito, via nota stampa, gli aspetti della sua vicenda, dopo la notizia in cui si sosteneva che continuasse a pagare il canone ridotto per una casa popolare, nonostante fosse raddoppiato il suo reddito.«Mi batto per il diritto a una casa per tutti che in Italia non c'è» furono le sue prime parole da neoeletta, o meglio neoripescata, nel collegio uninominale di Collegno per il M5s. In effetti la grillina Celeste D'Arrando vive in una casa popolare al canone simbolico di 115 euro mensili, per lei e la mamma. Peccato che la deputata M5s si sia dimenticata di comunicare all'Agenzia territoriale per la Casa che nel frattempo il suo reddito era schizzato alle stelle, grazie allo stipendio da parlamentare.

Ma pare che la D'Arrando si era già dimenticata di comunicare che il suo stipendio nel call center dove fa la «Formatrice» era passato nel 2016 a 13mila euro l'anno, invece dei 7.500 precedenti. Una cifra ancora più lontana da quel che guadagna da marzo 2018, deputato della Repubblica con indennità e rimborsi. L'ente, dopo una serie di controlli incrociati sugli inquilini, ha scoperto che la deputata D'Arrando non è in regola. Racconta Lo Spiffero : «A rimetterci è stata la mamma dell'onorevole grillina , inquilina di un alloggio a Collegno, nel quale vive assieme alla figlia con cui costituisce un nucleo familiare. La signora, nei giorni scorsi, si è vista recapitare a casa una diffida dell'Atc nella quale si annuncia l'incremento del canone di locazione da 155 a 180 euro e la richiesta degli arretrati per i due anni precedenti, che ammontano a oltre mille euro».

deputata M5S

Ma il problema è solo rinviato, perché con il reddito attuale della deputata la casa popolare non potrà più essere concessa alla mamma, un caso identico a quello della grillina Paola Taverna e della mamma, da pochi giorni sfrattata dalla casa popolare visto la nuova situazione reddituale della famiglia.

La grillina D'Arrando si difende: «In merito all’articolo apparso oggi, 21/01/2019 sulla testata online Lo Spiffero, dal titolo: “Casa popolare alla deputata grillina, non ha segnalato il super reddito”, a firma di Oscar Serra, voglio precisare che sia il titolo che il contenuto dell’articolo sono inesatti e fuorvianti per il lettore, nonché lesivi della mia persona. Nel dicembre del 2015 lavoravo per una società di call center e sono passata dal ruolo di operatrice a quello di formatrice, con una variazione contrattuale che da Co.co.co., mi ha vista passare alla tipologia tempo indeterminato, guadagnando così “l’esorbitante” cifra di 900 euro netti che mi farebbero quindi percepire un “super reddito”, come da voi scritto. Trattandosi di una variazione minima, non l’ho comunicata all’Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte Centrale, anche perché nel 2016 sono stati comunque presentati il Cud e l’Isee, che ricordiamo, accerta il reddito anagrafico del nucleo famigliare – in questo caso composto da mia madre, mia sorella e me – fino a quando non troverò un altro alloggio, che sto già cercando ogni volta che posso tornare a Collegno da quando sono stata eletta 10 mesi fa”. “Vorrei inoltre specificare che ogni due anni l’Atc esegue un censimento socio-economico dei nuclei assegnatari delle case popolari per verificare se esistono ancora i requisiti per la permanenza nell’alloggio e per aggiornare i canoni di locazione. Censimento che abbiamo regolarmente fatto nel 2016 e che aspettavamo di fare anche nel 2018, proprio per comunicare anche la mia variazione di reddito in virtù del mio ruolo di PortaVoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera dei deputati dopo le elezioni del 4 marzo 2018. Censimento che però non è stato ancora effettuato dall’Agenzia. Ovviamente verranno saldati gli arretrati, che equivalgono a circa 1000 euro per due anni, a causa dei miei 900 euro di stipendio percepiti dal 2015». 

In realtà il regolamento dice una cosa molto diversa, è onere degli inquilini comunicare tempestivamente all'Atc ogni variazione di reddito «al fine di consentire l'adeguamento del canone di locazione». 

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : deputata M5S
da Zazoom
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : Politicadeputata M5SCercocasadeputata
Clicca qui e commenta questo post!