Christina Aguilera come Madonna su InstagramMarijuana al posto dell’incenso in chiesa! Sacerdote e fedeli ...Melissa Satta e Kevin Prince Boateng in crisi? L’ex Velina fa ...Alessia Macari dopo le polemiche con Mara Venier! Perché non la ...Mafia, Matteo Salvini : Camorra e 'Ndrangheta saranno cancellate Orrore! 23enne sorpreso a farlo con un cadavere in un’agenzia di ...Quest’anno ho dovuto fare una cosa orribile! Alba Parietti in lacrime ...Ecco come sta davvero Michael SchumacherBelen e` la piu` amata dello spettacolo grazie a me! Fabrizio Corona ...Isola dei Famosi 2019! Ecco il cast e tutte le anticipazioniRocco ce l'ha più lungo di Gerry! Ma che domanda a Chi vuole essere ...Paghi in ritardo? Il Fisco triplica gli interessiUn amore grande e bellissimo! Elisa Isoardi si confessa su Matteo ...L'ho lasciato per colpa di De Laurentiis! Massimo Boldi parla ...Mette migranti in strada! In chiesa il bollettino anti-dl Salvini
di

Cona (Ferrara), ospedale Sant'Anna : Arriva la terapia per la cura dei tumori neuroendocrini

Cona (Ferrara), ospedale Sant'Anna : Arriva la terapia per la cura dei tumori neuroendocrini
Grazie alla ricerca autofinanziata dall'ospedale Sant'Anna e approvata dal Comitato etico e ...
Cona (Ferrara), ospedale Sant'Anna : Arriva la terapia per la cura dei tumori neuroendocrini

Cona (Ferrara), ospedale Sant'Anna : Arriva la terapia per la cura dei tumori neuroendocrini
Grazie alla ricerca autofinanziata dall'ospedale Sant'Anna e approvata dal Comitato etico e dall'Agenzia Italiana del Farmaco dal 2 luglio nel reparto di terapia radiometabolica appartenente alla complessa unità di Medicina Nucleare, è attiva una procedura terapeutica per la cura dei tumori neuroendocrini. Tale terapia prevede la somministrazione endovenosa di radiofarmaci che si legano in modo specifico alle cellule malate provocandone la selettiva eliminazione e prende il nome di "Terapia radiorecettoriale"  (Peptide Receptor Radiation Therapy - Prrt). 

Essa è riservata appunto ai cosiddetti tumori neuroendocrini o Nets, un eterogeneo gruppo di neoplasie che insorgono in varie parti del corpo (principalmente: stomaco, intestino, pancreas, polmoni, timo, tiroide) e che possono comportarsi in modo più o meno aggressivo. Il direttore dell’unità operativa di medicina nucleare e responsabile dello studio Fenet2016, Mirco Bartolomei spiega: «La principale modalità curativa dei tumori neuroendocrini sarebbe rappresentata dalla chirurgia ma, nella maggior parte dei casi, la diagnosi avviene quando il paziente già presenta localizzazioni metastatiche diffuse e, quindi, uno stadio in cui l’intervento non è più possibile o, comunque, non può essere radicale. Vi è, a questo punto, la necessità di aggredire le varie lesioni tumorali con un trattamento sistemico in grado di colpire tutte le sedi di malattia. Le cellule che formano questo tipo di neoplasie presentano sulla loro superficie dei recettori specifici in grado di legare, con elevata affinità e avidità, la somatostatina - e le altre molecole simili alla somatostatina - sintetizzate in laboratorio che già sono utilizzate per bloccare la crescita di questi tumori e per alleviarne i sintomi». 

Ad oggi 18 pazienti hanno già iniziato il loro percorso di cura ed entro 5 anni saranno trattati circa 250 pazienti che arriveranno da ogni parte d'Italia. Un grande passo in avanti tutto italiano. 

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : tumori neuroendocrini
Scritto da miriamferrazzu@ letto volte.
zazoom
- 4 5 4
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : Salutetumori neuroendocriniospedale ConaFerraraospedale Sant Anna
Clicca qui e commenta questo post!