Siamo sotto attacco! I Pinguini oscurati su FacebookFabrizio Corona esce dal carcere, ecco perchéDomenica giornata dell’adesione a Marina chiesa dei Servi ...Sanremo 2020, l’AFI risponde alla Rai: Non sostenete i Giovani in ...Ignazio Moser smentisce il tradimento a Cecilia Rodriguez!GTA Online – Colpo al Casinò DiamondTop Model of the World Italy 2019 e Top Kids Model Italy 2019: le ...Stasera in tv 'Stati Generali' su Rai3 , anticipazioni terzo ...Un miracolo! Torna a casa la piccola Emma, travolta davanti all’asiloPrecipita dalla finestra del 5° piano! morta una bimba di 3 anni

Il macigno di 4 700 esuberi sul futuro dell' ex Ilva

Il macigno di 4 700 esuberi sul futuro dell' ex Ilva Quando a metà pomeriggio Stefano Patuanelli apre nel salone del ministero dello Sviluppo economico la ...

zazoom
Commenta
Il macigno di 4.700 esuberi sul futuro dell'ex Ilva (Di mercoledì 4 dicembre 2019) Quando a metà pomeriggio Stefano Patuanelli apre nel salone del ministero dello Sviluppo economico la riunione sul futuro dell’ex Ilva di Taranto sa già che l’amministratore delegato di Mittal, seduta allo stesso tavolo, è pronta ad annunciare un nuovo piano industriale durissimo. Inaccettabile. Il ministro l’ha incontrata pochi minuti prima e prima ancora sempre Lucia Morselli, il volto di ferro del colosso dell’acciaio, ha respinto il tentativo di ammorbidimento portato avanti da Francesco Caio, investito dal governo del ruolo di mister trattativa. Le prime parole del ministro non nascondono la consapevolezza: “La strada è stretta e in salita”. Prende la parola l’ad: vogliamo 4.700 esuberi da qui al 2023, subito 2.900. Sul tavolo della trattativa precipita un macigno. Dal vertice a palazzo Chigi che ha dato il ...
huffingtonpost

twitterHuffPostItalia : Il macigno di 4.700 esuberi sul futuro dell'ex Ilva -


Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : macigno 700

© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.
zazoom
Zazoom Social News
-
Cerca Tag : macigno 700 macigno esuberi futuro dell Ilva
Clicca qui e commenta questo post!