Ultime Zoomate di francogiordano722@ - Tutte 1

francogiordano722@ ha ricevuto 1637 click!

Feed Rss Esistentepaziente

Una partita a golf tra dementi?




Guardo Salvini e mi chiedo: la natura è stata già così feroce. Perché inveire? Poi ricordo che lo votano e la voglia di prendermela con lui passa definitivamente. La bertuccia s’è buttata e, nonostante l’assenza del pollice opponibile, ne ha tutto il diritto  (ormai la politica è il Country Club dell’ insignificanza, vi si organizzano anche tornei di golf), se poi lo seguono la colpa può mai essere tutta sua? Nella Corea del Nord sono costretti a seguire un coglione, ma noi … che scuse abbiamo?  Continua a leggere su Postik 

Tag :
2017-02-10T20:44:00.001+01:00

Dietro ogni uomo forte....


Ricordiamoci che dietro a un grande e pericoloso megalomane c’è sempre una disponibilissima insoddisfatta stanca di essere un soprammobile, una pubblicità ingannevole vivente per un basso ventre oramai tristo e ciondolante perché assemblato – probabilmente – in Cina.
Quali pirotecniche sorprese si celano dietro Trump, Putin, Erdogan, Kim Jong-Un e Maria de Filippi?
Ah, c’è tutto un mondo da scoprire! Quali delizie … anche se lascio il morganatico della De Filippi a coloro che gradiscono il senso dell’orrido! Continua a leggere su Mel@Cotogna

Tag :
2017-02-06T11:26:00.002+01:00

Ah ... i sofferenti per amore. Che noia


di Rosa Fontana. 

Ma portiamo il discorso su un livello più elevato e vediamo cosa ci dice la letteratura: a ben guardare, essa è tutta intessuta di rimandi, immagini e situazioni di disperante dolore. Questi che seguono sono versi di Ludovico Ariosto, tratti da quell'Orlando furioso che tra le altre cose è anche un trattato degli effetti fatali del sentimento impossibile:
                                                                                       

Quel che l’uom vede, Amor gli fa invisibiIe,
e l’invisibil fa vedere Amore.
Questo creduto fu; che ‘l miser suole
dar facile credenza a quel che vuole.




Tag :
2017-01-24T13:49:00.003+01:00

Ecco il nuovo nemico di Superman


Ma Trump ha un’altra cosa in comune con il malvagio di una volta, una cosa che ho sempre trovato strana e che non sono mai riuscito a spiegarmi.  Il cattivo ha già tutto: soldi, potere, donne, però si sveglia un bel mattino, prende il suo mezzo litro di caffè annacquato e, mentre tortura la filippina perché gli ha spaiato i calzini nel cassetto, si mette in testa che è arrivato il momento di “conquistare il mondo”. A quel punto compra un gatto e una poltrona e, inquadrato di spalle, comincia a rompere i coglioni a tutti!   

Tag :
2017-01-22T22:09:00.002+01:00

Ma chi se lo piglia?




Renzi, ha dichiarato in un’intervista a Repubblica, ripartirà dai suoi errori; infatti li ha confermati tutti.
L’impenitente ha capito che ci voleva più cuore e meno slide; questa cruda ed improvvisa consapevolezza lo avrà di certo dilaniato nell’intimo. Ah, quali amletici tormenti, quali esistenziali consunzioni lo avranno portato a questa amara “rivelazione”?  Questa epifania della cazzata avrà di certo messo in discussione tutto il suo essere; non v’è dubbio!
No, non è stata la scellerata riforma di una scuola oramai allo sbando a fargli mettere in discussione il suo mandato, e neanche quella del lavoro, che più che mancare inizia letteralmente ad estinguersi, ma  (teniamoci forte!) è stata  l’assenza di cuore.

Tag :
2017-01-17T12:47:00.000+01:00

C'erano un francese, un inglese e Scilipoti alla Nato


Ma porca miseria!, ho visto nani da giardino più svegli e arzilli, mica li ho proposti alla presidenza della Repubblica? E dire che Mattarella ancora aspetta il bacio del principe azzurro!Ma la mia perversa fantasia non si è mica fermata qui? No, rigira l’idiota nella piaga! Nel mio sbroccare non solo Scilipoti è nella Nato ma si occuperà anche dell’Ucraina. Qui proprio vuol dire che devo farmi vedere da uno bravo! Questa poi …, ma per arrivare a immaginare una cosa del genere questi poveri ucraini … a me … che cosa hanno fatto? Li devo avere proprio sui coglioni!

Tag :
2017-01-06T19:21:00.003+01:00

E' tutta colpa del 2016!

Altan

Quante dipartite eccellenti e nessuna eccellente dipartita, quanti lutti vipposi e pop, quanto dolore altrui da condividere che può “utilatiristicamente” diventare anche un po’ nostro, ma sia ben chiaro … giusto quel poco da strapparci un popolare coccodrilletto fatto in casa pronto a esser subissato da likes nei nostri profili. Su, a conti fatti conviene, no? Ci mostriamo caritatevoli e sensibili, la gente partecipa e il lutto collettivo si “esorcizza” spalmandosi ben benino fino a dileguarsi nell’infinità del web … ma alla fine continuiamo le nostre vite! Una pacchia! E’ tutto grasso che cola!

Tag :
2016-12-31T22:48:00.000+01:00

Stellina di Natale, in Tazzina



Masaccio, Madonna del solletico ( Madonna Casini ) 1426. Galleria degli Uffizi, 

e tutta la gioia
di una magica tazzina
sotto l’albero

nel tepor della cucina.
Sandra Ballardini Leggi la Poesia su Postik.
Buon Natale 

Tag :
2016-12-25T20:44:00.002+01:00

Difficile dire Pace oggi


Nulla si archivia senza le dovute considerazioni … neanche il 2016.  Cosa si può dire di “positivo”  di questo scorcio finale di un anno “complicato”? Ebbene nei tanti auguri ricevuti di “buon Natale a te e in famiglia,” nessuno ha avuto il barbaro coraggio di nominare la pace. La mancanza di questo “tipico” augurio natalizio può sembrare avvilente  (e in fondo lo è )  ma a ben vedere indica una profonda  -anche se non del tutto consapevole-  intuizione collettiva: la pace non c’è, e nominarla appare quantomeno fuori luogo. Casomai “benaugurante”,  ma sempre fuori luogo. Continua a leggere su Mel@Cotogna

Tag :
2016-12-25T18:10:00.002+01:00

Perfino

Gian Lorenzo Bernini, Apollo e Dafne, Galleria Borghese 1622


Sandra Ballardini

[...]Quanta bellezza tra me e te
felice e infelice, tra me e te
ancora fin lì
che vorrò ignorare, e solo per salvarmi.[...]



Tag :
2016-12-18T15:43:00.003+01:00