Ultime Zoomate di digitalpr.ibg@ - Tutte 35

digitalpr.ibg@ ha ricevuto 2800 click!
Add digitalpr.ibg@ Da https://italiabrandgroup.tumblr.com - Se nel pomeriggio RAI si affaccia l’attualità Di Antonio Dipollina Il POMERIGGIO di Rai 1 sta soprattutto nella rinnovata Vita In diretta: nuova gestione, di Andrea Vianello, e in conduzione accanto a...... ►
di domenica 8 ottobre 2017 Tags: ... Segnala Abuso
Add digitalpr.ibg@ Da https://italiabrandgroup.tumblr.com - RAI: Ancora grandi ascolti per Fazio, programma più visto fascia prima serata Ancora grandi ascolti per Fabio Fazio e “Che tempo che fa” che ieri sera è stato il programma più visto in prima serata...... ►
di martedì 3 ottobre 2017 Tags: Rai Fazio,Rai Fazio Ascolti... Segnala Abuso
Add digitalpr.ibg@ Da https://italiabrandgroup.tumblr.com - Rai: CDA, Orfeo illustra dati ascolto Da inizio periodo di garanzia Rai unica a crescere rispetto a 2016. Rai cresce al 35,1% di share sull'intera giornata (+0,7%), al 36,2% sul daytime (+1,6) e al...... ►
di domenica 1 ottobre 2017 Tags: Orfeo dati ascolto,Orfeo ascolti Rai,ascolti ... Segnala Abuso
Add digitalpr.ibg@ Da https://italiabrandgroup.tumblr.com - Romaeuropa Festival, l’impegno della Rai Rai main media partner della 32esima edizione di Romaeuropa Festival. Giovanni Parapini: “Il nostro impegno vuole essere concreto e avrà molte declinazioni”....... ►
di venerdì 29 settembre 2017 Tags: Romaeuropa Festival,Rai Romaeuropa,Parapini R... Segnala Abuso
Add digitalpr.ibg@ Da https://italiabrandgroup.tumblr.com - La programmazione speciale della Rai per giovedì 24 agosto. A un anno dal terremoto, #Insiemepiùforti Tante iniziative tra speciali e approfondimenti su tutte le reti del servizio pubblico RAI. Sarà...... ►
di martedì 22 agosto 2017 Tags: RAI Insiemepiùforti,servizio pubblico RAI... Segnala Abuso

Feed Rss Italia Brand Group

Se nel pomeriggio RAI si affaccia l’attualità

Di Antonio Dipollina

Il POMERIGGIO di Rai 1 sta soprattutto nella rinnovata Vita In diretta: nuova gestione, di Andrea Vianello, e in conduzione accanto a Marco Liorni c’è Francesca Fialdini.

Non esattamente una coppia dirompente e aggressiva ma non è un problema. O meglio: dall’altra parte c’è l’atomica Barbara D’Urso e bisogna farci i conti. Sì, ma perché? A quel che si è visto in questo avvio di stagione, alla Vita in Diretta si prova a fare attualità leggera e no (e se ci sono emergenze si corre) con un passo degno della RAI: quando sui due schermi da una parte si parla di Giulio Regeni e dall’altra dell’ultima trovata di chirurgia plastica un senso complessivo alla fine c’è. E mettersi poi a contare i pochi punti percentuali di scarto o a invocare vittorie contro il paradiso dei freaks di Canale 5 è contronatura. Dopodiché in tv vale tutto, ma attenersi ogni tanto ad antiche e basiche regolette non sarebbe poi male.  

Fonte: La Repubblica


Tag : RAI “Vita in diretta”, RAI “Vita in diretta” “Andrea Vianello”, Rai 1  “Vita in Diretta”
Fri, 06 Oct 2017 15:45:32 +0200

RAI: Ancora grandi ascolti per Fazio, programma più visto fascia prima serata

Ancora grandi ascolti per Fabio Fazio e “Che tempo che fa” che ieri sera è stato il programma più visto in prima serata (20.45/22.30) con 4 milioni 831 mila spettatori e uno share del 19% mentre la seconda parte con gli ospiti seduti al tavolo ha raggiunto il 15% di share e 2 milioni 861 mila spettatori.

La media tra le due parti ha segnato 4 milioni di spettatori (3.994.000) ed uno share del 17,5%.

Sulla fascia di prima serata (20:30-22:30) Rai1 è la rete più vista con il 19,00 di share.

Sulla fascia di sovrapposizione con altri programmi (21:27-23:09), Rai1 ha registrato 4.211.000 di ascoltatori e 17,2% share, gli stessi identici risultati registrati dal principale concorrente (4.218.000 ascoltatori e 17,2% share).

Il picco di ascolto di Che Tempo che fa è stato di 5 milioni 808 mila e il 22,70 share ed è stato raggiunto alle 21:11.

La puntata di ieri ha raggiunto il 21,30 di share tra le donne, mentre la fiction è al 20.80 su questo target e il 19,40 share tra i laureati.

Rispetto alla seconda puntata del 2016, in onda su Rai3, ieri il programma di Fabio Fazio ha guadagnato quasi 8 punti percentuali passando dal 9,70 share al 17,5 di ieri). Sulle donne la crescita è stata del 10,6 di share.

Fonte:
RAI


Tag : Rai Fazio, Rai Fazio “Che Tempo Che Fa”, Rai Fazio Ascolti, “Che Tempo Che Fa” Ascolti Fazio
Mon, 02 Oct 2017 15:27:51 +0200

Rai: CDA, Orfeo illustra dati ascolto

Da inizio periodo di garanzia Rai unica a crescere rispetto a 2016. Rai cresce al 35,1% di share sull'intera giornata (+0,7%), al 36,2% sul daytime (+1,6) e al 36,6% sulla prima serata (+0,1). Forte il traino di Rai1 con il daytime che sale di quasi un punto con i programmi tradizionali della mattina e la nuova formula di Vita in diretta.

Il Consiglio di Amministrazione della Rai si è riunito a Milano, nella sede di corso Sempione, sotto la Presidenza di Monica Maggioni e alla presenza del Direttore Generale Mario Orfeo. In apertura di seduta il DG ha illustrato al Consiglio gli ottimi risultati delle prime due settimane di ascolti nel cosiddetto periodo di garanzia (dal 10 settembre): dati che evidenziano come Rai sia l'unica tv generalista a incrementare gli ascolti rispetto a un anno fa. Rai cresce al 35,1% di share sull'intera giornata (+0,7%), al 36,2% sul daytime (+1,6) e al 36,6% sulla prima serata (+0,1).

A trainare questi risultati è soprattutto Rai1 con il daytime che sale di quasi un punto (+0,8%) con i programmi tradizionali della mattina e la nuova formula di Vita in diretta, e con i successi dei grandi protagonisti della prima serata: Carlo Conti, Fabio Fazio, Fiorella Mannoia e poi Elio Germano nell'omaggio a Nino Manfredi.

Molto positivi anche i numeri dei programmi di approfondimento giornalistico e di reportage su tutti i canali Rai.

Il Cda, su proposta del Direttore Generale, ha approvato la designazione di Roberto Nepote, attualmente direttore del Centro di Produzione Tv Rai di Torino, alla presidenza di Rai Com. Come amministratore delegato viene confermato Gian Paolo Tagliavia, così come i consiglieri Pier Forleo ed Eleonora Andreatta, ai quali si aggiunge la direttrice di Rai Cultura Silvia Calandrelli.

Nel corso della stessa seduta, il direttore di Radio Rai Roberto Sergio ha illustrato al Consiglio le linee guida dei canali della Radiofonia per la stagione 2017 – 2018.


FONTE: Rai


Tag : Orfeo dati ascolto, Orfeo ascolti Rai, ascolti periodo garanzia
Fri, 29 Sep 2017 12:45:07 +0200

Romaeuropa Festival, l’impegno della Rai

Rai main media partner della 32esima edizione di Romaeuropa Festival. Giovanni Parapini: “Il nostro impegno vuole essere concreto e avrà molte declinazioni”. Il festival verrà seguito da Rai Cultura, Rai3, Radio3, Radio2, Radio Kids, Rai Ragazzi, Rai News 24, TG Lazio e GR del Lazio.

“La Rai, in quanto TV di servizio, ha il diritto e il dovere di essere presente in un’occasione come questa”. Giovanni Parapini, direttore comunicazione, relazioni esterne, istituzionali e internazionali della Rai, spiega così il rinnovo – e insieme l’accresciuto investimento energetico da parte di Viale Mazzini – della funzione di main media partner della 32esima edizione di Romaeuropa Festival, che, dal 20 settembre fino a fine gennaio dell’anno prossimo, porterà in scena espressioni artistiche di cinque continenti, spaziando dalla danza al teatro, dalla musica al cinema, dagli incontri con gli artisti alle arti visive e alle sfide tecnologiche.

“Il nostro impegno vuole essere concreto e avrà molte declinazioni”, spiega Parapini, che ha molto studiato e difeso questo progetto. “Trattandosi di un festival che dura non giorni ma mesi, e che ha come vocazione quella di sperimentare linguaggi moderni con uno sguardo internazionale, ci pare un’ottima occasione per rivendicare il ruolo della cultura come elemento che nutre l’anima e che aiuta le nuove generazioni a trovare delle bussole di orientamento in un mondo frantumato e confuso”.

Il palinsesto messo in piedi dall’ente radiotelevisivo di Stato è in effetti inconsueto e decisamente impegnativo: Rai Cultura seguirà gli eventi del festival con i suoi canali dedicati, Rai3 con i suoi programmi divulgativi, Radio3 con il racconto di spettacoli e artisti, mentre Radio2 si occuperà della sezione Digitalife.

A giocare la partita sono state chiamate anche Radio Kids e Rai Ragazzi – che racconteranno le attività dedicate ai più piccoli – mentre Rai News 24 e il TG e il GR del Lazio seguiranno la manifestazione con collegamenti, come del resto faranno anche i portali web del servizio pubblico. “Ci sembrava poco interessante rassegnarci a porre un semplice logo di rappresentanza alla manifestazione”, ripete Parapini. “È invece molto più fruttoso offrire, per quel che ci compete, un contributo concreto alla realizzazione di uno dei festival più interessanti che si conoscano”.

FONTE: Prima Comunicazione


Tag : Romaeuropa Festival, Rai Romaeuropa, Parapini Romaeuropa
Thu, 28 Sep 2017 18:33:45 +0200

La programmazione speciale della Rai per giovedì 24 agosto. A un anno dal terremoto, #Insiemepiùforti

Tante iniziative tra speciali e approfondimenti su tutte le reti del servizio pubblico RAI.

Sarà trasmessa in diretta la fiaccolata durante la notte.

A un anno dalle prime scosse che hanno colpito il centro Italia, il racconto del terremoto da parte delle testate e delle reti Rai prosegue con un palinsesto speciale dedicato al ricordo del dramma del 24 agosto e alle difficoltà e alle speranze della ricostruzione.

Il progetto, a cura della Direzione Comunicazione, prevede anche il lancio dell’hashtag #Insiemepiùforti che affiancherà tutte le iniziative Rai e resterà in sovraimpressione per l’intera giornata di giovedì.Giovedì 24, a un anno dalla prima scossa, Uno Mattina Estate, su Rai1, dedicherà ampio spazio al terremoto, con collegamenti da Amatrice, Camerino, Campotosto, Castelluccio, Norcia, Arquata Del Tronto, Accumoli. A seguire, dalle 10.55, la prima rete trasmetterà in diretta, a cura delTg1, la Messa officiata da mons. Domenico Pompili. Nel pomeriggio, vasto approfondimento sulla ricorrenza all’interno della Vita in Diretta Estate (dalle 15.45). Su Rai2, dalle 9.40, uno Speciale Tg2 con ospiti e interventi in diretta dai comuni.Su Rai3 alle 15 lo Speciale TgR «Un anno dal sisma», trasmesso a diffusione regionale nel Lazio, nelle Marche e in Umbria.

La terza rete dedicherà al terremoto la prima serata, con lo Speciale Tg3 dal titolo «In memoria del terremoto nel Centro Italia» in onda dalle 21.10.Nella notte e nella giornata di giovedì ampio spazio al racconto del sisma all’interno della programmazione di Rainews24. La testata all news inizierà la diretta dai luoghi del terremoto a partire dall’1.30 di notte. Alle 3:36, ora della prima scossa, il canale seguirà la fiaccolata in ricordo delle vittime. In mattinata, dalle 8:30 alle 9, andrà in onda lo speciale in diretta da Amatrice condotto dal direttore Antonio Di Bella. A seguire, fino alle 10, analisi, opinioni e notizie all’interno di «Studio 24» condotto da Roberto Vicaretti. Nel pomeriggio, dalle 15 alle 16, uno speciale condotto dall’in- viata Isabella Romano proporrà collegamenti da Amatrice e schede, storie, approfondimenti e video.

Tutte le testate Rai dedicheranno ampia copertura informativa alla ricorrenza all’interno dei tg.Molto nutrita la programmazione su Rai Radio 1. Già nella notte, alle 3.30, in coincidenza con l’orario del sisma, una prima finestra informativa in onda fino alle 4. Alle 6, con «6 su Radio 1», diretta da Amatrice dove sarà allestito uno studio di Ra-dio1. Tutti i Gr del mattino avranno delle finestre in diretta dai luoghi del terremoto con conduzione dallo studio di Amatrice. Anche «Radio anch’io», dalle 8.30, sarà dedicato all’anniversario e trasmesso dallo studio mobile. Dalle 10.30 alle 12 un “concerto narrativo” del terremoto: un’orazione civile musicale condotta da Francesco Repice con interventi di artisti come Samuele Bersani e Niccolò Fabi.


FONTE: Gazzetta del Sud


Tag : RAI Insiemepiùforti, servizio pubblico RAI, RAI Insiemepiùforti terremoto, programmazione RAI Insiemepiùforti
Mon, 21 Aug 2017 18:58:46 +0200

Masha e horror, su Rai YoYo “Storie di paura” per aiutare i bimbi a non averne

Storie di Paura di Masha, da domani su Rai YoYo la versione “da brividi” del celebre cartone. La protagonista del cartone animato si è separata dall’Orso suo compare per dedicarsi, lei sola, ad uno spin-off.

image

Un insetto, la luce di un lampo e il mistero del rombo sordo che – puntuale – la segue, un germe o l’ancestrale gelosia che porta i piccoli di una famiglia a mal digerire l’avvento di un nuovo nato. Quale che sia il timore, la sensazione sgradevole che spesso si evolve in paura, Masha lo sviscera. Smontando, con le sue mani di bambina e l’ingenuità che ne accompagna l’età, le più comuni fobie dei ragazzini suoi coetanei.

La protagonista del cartone animato, gli occhi blu e la frangetta bionda lasciatele al folklore russo, si è separata dall’Orso suo compare per dedicarsi, lei sola, ad uno spin-off. Le Storie di Paura di Masha, il cui esordio su Rai YoYo (canale 43 del digitale terrestre) è fissato alle 22.10 di domani sera, è il risultato tangibile di un successo senza confini. Il cartone animato, nato in Russia da quel che delle storie tradizionali resta, è il più popolare prodotto che mai abbia valicato i confini del Paese. Più noto della vodka, più venduto del kalashnikov (120 Paesi contro i 90 del fucile), ha creato un giro d’affari milionario. Affrancandosi presto dalla narrazione fine a se stessa per ritrovare l’intento morale delle fiabe di un tempo.

Le Storie di Paura di Masha, pur avendo ben poco a che spartire con i finali orripilanti dei fratelli Grimm e quelle loro parabole punitive, accarezzano l’idea di un insegnamento. La volontà di spiegare agli spettatori-bambini come ogni psicosi possa essere serenamente affrontata e vinta. Il cartone animato in onda su Rai YoYo tutti i giorni, dedica ciascun episodio ad una o più fobie particolari: la paura di levare le rotelle alla bicicletta, di spegnere la luce quando sulla cameretta cala la notte, il terrore della malattia e degli esami, delle zampette pelose e agili di un qualche animaletto. Masha, vagabondando da una casa all’altra, dalla psicosi di un bimbo ipocondriaco al calvario di chi s’è persuaso che la Terra sia regno di mostri e fantasmi, porta su schermo quel che i piccini più temono. E a questi spiega perché non si debba essere dominati da paure e spavento.

Il metodo Masha transita per l’horror, ma, da ultimo, abbraccia il lieto fine. Ché la bimbetta, con la testolina avvolta in un foulard ormai anacronistico, non può dimenticare il pubblico con cui parla: una platea di pargoletti. Eppure, sebbene edulcorata dagli espedienti propri del cartone animato, la paura che Masha instilla nei piccoli spettatori è quanto mai reale, concreta e urgente. Bombardati come sono dalla controcultura moderna, da un progresso tecnologico che ha reso accessibili, e dunque visibili, gli spettacoli più atroci, i bambini di oggi hanno dimenticato la paura. Sono cresciuti con la violenza negli occhi, creature assuefatte a sangue e mattanze. I piccoli timori del quotidiano le hanno ridotte, fino a pretendere di cancellarle. Masha e Orso, unico (o quasi) cartone animato che alle botte ha rinunciato, ha saputo accordare nuova dignità alla dimensione infantile. Riportando i piccini là dove dovrebbero stare, a preoccuparsi unicamente di ragni e lampi.


FONTE: liberoquotidiano.it


Tag : masha e orso rai, masha storie di paura, masha rai yoyo
Thu, 10 Aug 2017 14:42:04 +0200

La Rai si dà alla musica con Mannoia, Mika, Arbore e Bocelli

Da settembre. Gli show su primo e secondo canale. Al Colosseo concerto di Elton John e Bocelli con la conduzione di Milly Carlucci. La Rai e l’autunno in musica. C’è la Mannoia. One woman show per due puntate, protagonista la rossa cantante.

L’intrattenimento di Rai 1, a partire da settembre, è all’insegna di show musicali. La prima novità della prossima stagione è la presenza di Fiorella Mannoia protagonista del programma “1, 2, 3 Fiorella”. Si tratta di un one woman show al femminile in onda il 23 ed il 30 settembre, il sabato in prima serata.

Il giorno prima, venerdì 22 settembre, torna Carlo Conti con la nuova edizione di “Tale e quale show”, appuntamento dedicato alle imitazioni dei più grandi artisti della musica italiana e internazionale.

Il sabato sera di Rai 1 continua con programmi dedicati alla musica che comprendono anche un nuovo show di Roberto Bolle previsto per il 2 dicembre. Dopo il successo ottenuto lo scorso anno con “La mia danza libera” la nostra star internazionale riconduce i telespettatori nel mondo della danza interpretata in maniera originale: coniugando cultura, musica e balletti con l’ausilio di ospiti finalizzati all’economia dello show.

Work in progress per la nuova edizione di “Domenica in” al via il 1 ottobre. Il contenitore festivo di Rai 1 si presenta con una formula rimaneggiata e sarà a metà strada tra l’intrattenimento e il talk show con incursioni nel vecchio varietà. Al timone Cristina Parodi che ha l’arduo compito di contrastare la concorrenza della “Domenica live” di Barbara D’Urso su Canale 5. Finora vi era riuscito Massimo Giletti con la sua “Arena”. Ma il giornalista è traslocato a La7.

Su Rai 2, lunedì 11 dicembre in prima serata, Renzo Arbore conduce “Speciale Indietro Tutta”, evento televisivo per celebrare il programma cult Indietro tutta che quest’anno compie trent’anni. La prima puntata, infatti, è andata in onda nel 1987. Sarà un rendez-vous di tutto rispetto con lo show man che accoglie, in uno studio che rievoca le atmosfere originali del programma, molti protagonisti dell’epoca.

Anche Rai 2 ha il show-varietà. Dal 24 ottobre torna “Stasera Casa Mika”. Il cantante Mika, che ne è il protagonista, propone altre quattro puntate dopo l’esperimento dello scorso anno ritenuto gratificante dai vertici della rete e dalla responsabile Ilaria Dalla Tana.

Dunque una stagione in cui la musica è protagonista. Ad inaugurarla è Fiorella Mannoia che si cala nel ruolo della conduttrice e ripercorre, insieme ai telespettatori, la sua carriera professionale e la vita privata. Saranno due appuntamenti in cui la cantante accoglierà molti colleghi del mondo delle sette note con i quali duetterà e si intratterrà in un contesto che dovrebbe piacere sia al pubblico meno giovane di Rai 1 sia alle nuove generazioni. Il programma era previsto per la scorsa primavera e avrebbe dovuto andare in onda in tre puntate cavalcando l’onda lunga del secondo posto conquistato dalla Mannoia a Sanremo 2017. Poi la decisione di spostarlo ad inizio della stagione autunnale e di ridurne le serate.

A Carlo Conti è affidato anche un altro compito: il 6 settembre condurrà su Rai 1 in prime time lo speciale “Pavarotti & Friends”. Una serata dedicata al grande tenore per celebrarlo a dieci anni dalla scomparsa. Sarà un evento con molti ospiti internazionali.

Infine: un altro evento di musica avrà come protagonisti Elton John e Andrea Bocelli. I due artisti saranno insieme in un concerto al Colosseo con la conduzione di Milly Carlucci. L’appuntamento è per sabato 16 settembre.


FONTE: Il Tempo.it


Tag : Rai musica, intrattenimento musica rai, eventi musica rai, show varietà rai
Mon, 07 Aug 2017 17:36:05 +0200

Dall'Oglio, la Rai crea i “Ponti di pace”

Dalla Rubrica Schermaglie di Andrea Fagioli

Un'iniziativa interessante, oltre che importante. Forse per la prima volta in questa forma. È stata voluta e realizzata dalla Rai a quattro anni dalla sparizione in Siria di padre Paolo Dall'Oglio.

Nella due giorni dedicata a padre Dall’Oglio, sotto al titolo Ponti di pace, si sono occupati, oltre a Tg e Gr, anche altri programmi d'intrattenimento come Uno Mattina estate e altri speciali giornalistici come quello di Rainews24 o il Tg2 Dossier del sabato sera. In un'intervista al Tg3, Immacolata Dall'Oglio, sorella del gesuita, ha ribadito la convinzione che padre Paolo sia ancora vivo: «Ci assumiamo il rischio della speranza», ha detto.

Per due giorni, venerdì e sabato scorsi, una speciale programmazione è stata dedicata alla figura del gesuita di cui non si hanno più notizie dal 29 luglio 2013. Nei programmi, nei telegiornali e nei giornali radio, il 28 e il 29 luglio, sono stati proposti servizi, interviste e approfondimenti sull'opera di Dall'Oglio e sulla sua attività nel teatro del conflitto siriano. Un'iniziativa che il servizio pubblico ha messo in campo per tenere accesi i riflettori e mantenere vivo il filo della speranza.

«Non è la commemorazione, ma l'attualità di padre Dall'Oglio», ha spiegato Beppe Giulietti, presidente della Federazione nazionale della stampa, che ha partecipato ad alcuni degli appuntamenti tra cui lo speciale del Tg3 condotto sabato mattina da Riccardo Chartroux nel quale sono intervenuti anche padre Giovanni La Manna (confratello di Dall'Oglio), lo scrittore Shady Hamadi, l'islamista Gian Maria Piccinelli e il giornalista Riccardo Cristiano. Quest'ultimo, che ha definito padre Dall'Oglio «voce narrante di una rivoluzione non violenta», è intervenuto in altre circostanze tra cui il giorno precedente nello spazio speciale all'interno del pomeridiano di Rai 1 La vita in diretta estate condotto da Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi. Nell'occasione il comboniano padre Giulio Albanese, presente assieme a Cristiano e alle giornaliste Lucia Goracci e Carmen Lasorella, ha sottolineato che al di là della mancanza di notizie sulla sua sorte «padre Paolo vive nella fede» e che «mai come oggi dobbiamo avere il coraggio di osare come lui ci ha insegnato».

Di padre Dall'Oglio, nella due giorni sotto al titolo Ponti di pace, si sono occupati, come detto, oltre a Tg e Gr, anche altri programmi d'intrattenimento come Uno Mattina estate e altri speciali giornalistici come quello di Rainews24 condotto dal direttore Antonio Di Bella o il Tg2 Dossier del sabato sera. In un'intervista al Tg3, Immacolata Dall'Oglio, sorella del gesuita, ha ribadito la convinzione che padre Paolo sia ancora vivo: «Ci assumiamo il rischio della speranza», ha detto.

E la Rai, con Ponti di pace, ci ha spinto giustamente a condividere il rischio.


FONTE: Avvenire.it


Tag : dall’oglio rai, rai dall’oglio pontidipace, rai padre dall’oglio, rai ponti di pace
Fri, 04 Aug 2017 17:55:50 +0200

Rai3 e Tour de France, il ciclismo appassiona gli italiani: i «fedeli del Tour» sono 1,3 milioni

La televisione in numeri: ciclismo e Tour de France, le dirette e i vari appuntamenti proposti da Rai3 hanno portato alla tv pubblica ascolti ragguardevoli, nel periodo naturalmente più magro per la televisione. Oltre 1 milione e 300mila i «fedeli del Tour».

Li chiamano impropriamente «sport minori» perché non portano alle reti l’attenzione (e i soldi) del calcio, ma diventano appuntamenti sempre più importanti nell’età della più forte frammentazione dei gusti e dei consumi, anche sul piccolo schermo. Domenica scorsa si è concluso il Tour de France, appuntamento dell’estate anche in Italia per gli spettatori della Rai e di Eurosport: le dirette e i vari appuntamenti proposti da Rai3 (e non da Rai2, come per il Giro d’Italia) hanno portato alla tv pubblica ascolti ragguardevoli, nel periodo naturalmente più magro per la televisione.

Il momento più seguito in tv è prevedibilmente quello dell’arrivo: il segmento conclusivo della diretta, della durata di circa un’ora, fa balzare Rai3 in vetta alla classifica dei canali generalisti più seguiti in daytime, col 14,4% di share medio per i 21 appuntamenti quotidiani. L’ascolto complessivo varia notevolmente a seconda dell’interesse della tappa (picco di quasi 2 milioni e mezzo per quella alpina del 20 luglio), ma complessivamente i «fedeli del Tour» sono stati 1.375.000 individui. Un po’ meno – 892.000 spettatori medi, 8,2% di share - quelli che hanno seguito la gara dall’inizio.

Buoni anche i risultati del Processo alla tappa Tour, con 600mila spettatori medi e il 7,2% di share. Il profilo dello spettatore del ciclismo ci è rivelato dall’analisi della composizione del pubblico del Tour all’arrivo, la parte più seguita: prevalgono nettamente gli uomini (22,5% di share, con le donne all’8,3%), soprattutto quelli con più di 55 anni (16,2% di share), e in particolare con buoni livelli di istruzione (21% lo share fra i laureati). Ha fatto dunque bene la Rai ad assicurarsi i diritti del Tour fino al 2023, mentre Sky punta sul tennis con Wimbledon e Discovery «ruba» il basket alla pay.

In collaborazione con Massimo Scaglioni, elaborazione Geca Italia su dato Auditel


FONTE: www.corriere.it


Tag : rai3 ciclismo, rai3 tour, tour rai3, ciclismo rai tour
Mon, 31 Jul 2017 19:33:54 +0200

RAI, riflettori sul mistero di Padre Dall’Oglio rapito quattro anni fa, #pontidipace

RAI, Padre Dall’Oglio, #pontidipace: oggi e domani nei programmi, nei telegiornali e nei giornali radio della RAI saranno presenti servizi, speciali e approfondimenti sull’opera del gesuita portatore di pace e sulla sua attività nel teatro del conflitto siriano. Tutti gli spazi dedicati a Padre Dall’Oglio saranno caratterizzati dall’hashtag #pontidipace.


A quattro anni dal rapimento di Padre Paolo Dall’Oglio in Siria la RAI dedica una speciale programmazione alla sua figura con un progetto crossmediale curato dalla Direzione comunicazione. Un’iniziativa che il servizio pubblico mette in campo per tenere accesi i riflettori sulla sua scomparsa e contribuire a mantenere vivo il filo della speranza.

Oggi su Rai 1 “Uno mattina estate” (con spazio a cura del TG 1 dalle 7.10) e “La vita in diretta estate”, dalle 15.40, riserveranno ampie finestre di approfondimento alla vicenda di Padre Dall’Oglio. All’interno del programma pomeridiano saranno ospiti Riccardo Cristiano, presidente dell’Associazione giornalisti amici di Padre Dall’Oglio; Padre Giulio Albanese, missionario colombiano; Lucia Goracci, corrispondente da Istanbul e inviata RAI.

Alle 18 RaiNews24 proporrà uno speciale condotto dal direttore Antonio Di Bella. All’interno del programma anche le interviste realizzate da Maria Gianniti (GR RAI) ai confratelli dell’ultimo monastero frequentato da Padre Dall’Oglio.
Domani, oltre all’ampia copertura informativa riservata da tutte le testate RAI alla figura di Paolo Dall’Oglio, anche lo Speciale TG3, in onda alle 10.55 su Rai3, e Tg2 Dossier, dalle 23.30 su Rai2. RaiNews24 proporrà numerosi servizi nel corso di tutta la sua programmazione all-news. Tutti gli spazi dedicati a Padre Dall’Oglio saranno caratterizzati dall’hashtag #pontidipace.

FONTE: www.quotidiano.net


Tag : pontidipace, rai speciale dall’oglio, dall’oglio rai, dall’oglio pontidipace
Fri, 28 Jul 2017 20:35:01 +0200