Ultime Zoomate di fannybrawne83@ - Tutte 2

fannybrawne83@ ha ricevuto 1526 click!

Feed Rss I-FILMSonline

Ciak d'Oro 2019, tutti i vincitori

DOGMAN

Sono stati assegnati i Ciak D'Oro 2019, i premi della rivista mensile Ciak, che quest'anno hanno visto il trionfo assoluto di Dogman di Matteo Garrone. Da segnalare il riconoscimento a Paola Cortellesi come personaggio dell'anno. Di seguito, tutti i vincitori:


Tag : In evidenza, News, Rubriche
Tue, 18 Jun 2019 17:30:23

Sguardi Altrove 2019: MON TISSU PREFERE di Gaya Jiji - La recensione

Mon-tissu-préféré

Dopo il passaggio nella sezione Un Certain Regard a Cannes 2018, arriva a Sguardi Altrove Film Festival Mon tissu préferé, opera prima della regista siriana (ma residente in Francia) Gaya Jiji. Siamo nella Damasco della primavera 2011, alla vigilia della guerra civile e Nahla (Manal Issa) è una giovane irrequieta e insoddisfatta di 25 anni. Mentre l'atmosfera politica si surriscalda e sulla città si stende l'ombra del conflitto, per la ragazza e la sua famiglia si profila la possibilità di trasferirsi negli Stati Uniti. Quando però Samir (Saad Lostan), il connazionale arrivato dagli Usa per fidanzarsi con lei, le preferisce la sorella Myriam (Mariah Tannoury), Nahla inizia a frequentare il postribolo nascosto nell'appartamento della vicina di casa Madale Jili (Ula Tabari), un luogo proibito che la affascina e le regala una parvenza di libertà.


Tag : In evidenza, Sguardi Altrove 2019, Festival
Mon, 17 Jun 2019 13:49:14

Cinestreet – Black Sunday con Lamberto Bava, a Bergamo il 23 giugno

cinestreet

Domenica 23 giugno Cinestreet, in collaborazione con lo spazio Edoné di Bergamo, presenta “Cinestreet – Black Sunday”, una manifestazione cinematografica all’insegna dell’horror dedicata al regista Lamberto Bava. L'obiettivo di Cinestreet, progetto ideato dalla nostra Erica Francesca Bruni, è di dar vita a un nuovo circuito cinematografico organizzando eventi presso sale cinematografiche e spazi culturali italiani in sinergia con altre realtà del settore, con il fine di promuovere filmmaker nazionali e internazionali diffondendo Cinema indipendente, Arte, Letteratura e Musica.


Tag : In evidenza, News, Rubriche
Mon, 17 Jun 2019 09:07:16

Sguardi Altrove 2019: BAD BAD WINTER di Olga Korotko - La recensione

badbadwinter

In anteprima italiana a Sguardi Altrove Film Festival, si segnala Bad Bad Winter, notevole primo lungometraggio della regista e sceneggiatrice kazaka Olga Korotko, già presentato all’ACID Cannes 2018, che racconta una rimpatriata tra la figlia di un ricco uomo d’affari di Astana e i suoi compagni di classe, destinata a prendere una piega inaspettata.


Tag : In evidenza, Sguardi Altrove 2019, Festival
Sun, 16 Jun 2019 15:15:29

Sguardi Altrove 2019: THOU SHALT NOT KILL di Catalin Rotaru e Gabi Virginia Sarga - La recensione

 Thou-shalt-300x210

Tra le anteprime italiane a Sguardi Altrove Film Festival c'è Thou Shalt Not Kill: opera prima delle registe rumene Catalin Rotaru e Gabi Virginia Sarga e sceneggiato dalle stesse, si ispira a uno scandalo mediatico sulla corruzione e la malasanità in un ospedale pubblico, realmente accaduto in Romania. Presentato all’Indie Lisboa International Indipendent Film Festival del 2019, ha vinto lo Special Jury Award.


Tag : In evidenza, Sguardi Altrove 2019, Festival
Sun, 16 Jun 2019 13:48:23

Sguardi Altrove 2019: JAWLINE di Lisa Mandelup - La recensione

jawline

Tra i lungometraggi più attesi a Sguardi Altrove 2019, c'è l’anteprima europea di Jawline, opera prima della regista americana Lisa Mandelup che per questo film è stata premiata al Sundance Film Festival 2019 con lo US Documentary Special Jury Award for Emerging FilmMaker: il documentario segue il sedicenne Austyn Tester, stella nascente dei social media tra le ragazzine, in fuga da un’esistenza senza via d’uscita nel rurale Tennessee.


Tag : In evidenza, Sguardi Altrove 2019, Festival
Fri, 14 Jun 2019 18:56:41

Sguardi Altrove 2019: BECOMING ASTRID di Pernille Fischer Christensen - La recensione

becoming-astrid

 

Biopic drammatico sugli anni giovanili della scrittrice Astrid Lindgren, diretto dalla regista danese Pernille Fischer Christensen e co-sceneggiato dalla stessa insieme a Kim Fupz Aakeson, Becoming Astrid sbarca in anteprima italiana come film d'apertura di Sguardi Altrove Film Festival, dopo essere stato presentato alla Berlinale Special 2018. 

 

Il film è ambientato in Svezia negli anni ’20 e racconta la storia di emancipazione, tutta al femminile, della giovane autrice di Pippi Calzelunghe, importante protagonista nel panorama della letteratura per bambini del Novecento. La giovane Astrid (Alba August), anticonformista e insofferente alle convenzioni della piccola comunità religiosa in cui è cresciuta, crea il suo sofferto e originale percorso di crescita, come scrittrice e madre single.

 

Film coinvolgente e ben confezionato e, supportato da una sceneggiatura solida e convincente, mantiene un buon ritmo per l’intera durata. Notevole l’interpretazione della giovane Alba August/Astrid, che convince in tutte le tappe del suo doloroso percorso di crescita, per arrivare a essere quella scrittrice poi così amata dai bambini, in virtù del fatto che lei stessa da giovane, lasciata sola, aveva dovuto imparare ad affrontare con originalità e coraggio le proprie paure. Il film affronta tematiche ancora oggi attualissime per una giovane donna: come imparare a coniugare la propria affettività viscerale e la propria creatività, utilizzandole come spinte propulsive verso l’indipendenza e l’autonomia.

 

La regista, sullo spunto della storia della celebre scrittrice, offre un’occasione di riflessione anche sul diverso trattamento nell’educazione dell’identità di genere: significativa la scelta del taglio di capelli a caschetto (bubikopf), il look della “nuova donna” emancipata degli anni ‘20, che delinea la rottura di Astrid con il conformismo e le regole bigotte e discriminanti della famiglia e della piccola comunità d’origine.

Voto: 2,5/4


Tag : In evidenza, Sguardi Altrove 2019, Festival
Fri, 14 Jun 2019 09:34:08

BLUE MY MIND di Lisa Brühlmann - La recensione

blue-my-mind

Tra le più felici sorprese del Festival di Locarno 2018, ci aveva colpito particolarmente Blue My Mind, sensibile opera prima della svizzera Lisa Brühlmann, che nella manifestazione elvetica era stata collocata nella sezione Panorama Suisse (dedicata al meglio del cinema nazionale) e che già in precedenza era stata presentata alla Festa del cinema di Roma 2017, nella sezione Alice della città. È pertanto una gioia vedere che, grazie a Wanted Cinema, il film (corredato del sottotitolo Il segreto dei miei anni) è sbarcato finalmente nelle sale italiane. La pellicola si presenta, almeno apparentemente, come un classico teen drama sulle difficoltà di un'adolescente. 


Tag : In evidenza, Recensioni film in sala, Le nostre recensioni
Thu, 13 Jun 2019 12:58:00

I MORTI NON MUOIONO di Jim Jarmusch - La recensione

Dead-Dont-Die-Posters

A tre anni di distanza dal precedente, stupendo, Paterson (2016), il regista di culto Jim Jarmusch torna con la sua ultima stralunata commedia, che ha presentato in concorso al Festival di Cannes, come film d'apertura. Il cast è d’eccezione ma, come per tutti i lavori del cineasta statunitense, è la sostanza tematica e drammaturgica che lascia davvero il segno. I morti non muoiono vuole infatti essere una riflessione precisa e mirata sulla contemporaneità americana. In gioco c’è molta carne al fuoco, forse troppa: si passa dalla condizione climatica e ambientale sino all’influenza politica della classe dirigente, toccando anche l’apatia delle nuove generazioni e lo scollamento tecnologico.


Tag : In evidenza, Recensioni film in sala, Le nostre recensioni
Mon, 20 May 2019 08:30:52