Ultime Zoomate di fannybrawne83@ - Tutte 2

fannybrawne83@ ha ricevuto 2042 click!

Feed Rss I-FILMSonline

IL SOMMELIER di Prentice Penny - La recensione

sommelier

Su Netflix

Diretto da Prentice Penny, Il Sommelier (Uncorked) è una nuova produzione Netflix, da qualche giorno nella Top Ten dei titoli più popolari in Italia. Un film tragicomico che narra una storia classica, ma comunque apprezzabile, di riscatto sociale e desiderio di realizzare i propri sogni. Sullo sfondo, il mondo dell’enologia, oggetto ricorrente di molte trame cinematografiche da Sideways (Alexander Payne, 2005) a Un’ottima annata (Ridley Scott, 2006).


Tag : In evidenza, Film in streaming
Tue, 31 Mar 2020 15:11:27

Annullato il Festival di Cannes 2020

cannes2020

Dopo tanti rumors, ora è ufficiale: il Festival di Cannes 2020 non si terrà dal 12 al 23 maggio. L'emergenza Coronavirus ha reso inevitabile la cancellazione della manifestazione, che potrebbe essere rinviata all'estate, se la situazione cambierà. Ecco il comunicato ufficiale del Festival. 


Tag : In evidenza, News, Rubriche
Thu, 19 Mar 2020 20:22:23

Razzie Awards, i premi: Cats è il peggior film dell'anno

cats

Il Coronavirus non ferma i Razzie Awards (alias Golden Raspberry Awards), ovvero gli Oscar ai peggiori film dell'anno. Simpatico contraltare agli Academy Awards, le "pernacchie" di Hollywood hanno rispettato pienamente le aspettative "incoronando" Cats, scult annunciato che ha raccolto la maggioranza dei premi. John Travolta e Hillary Duff sono stati invece proclamati peggiori attori. Di seguito, la lista dei "riconoscimenti":


Tag : In evidenza, News, Rubriche
Tue, 17 Mar 2020 20:50:05

VOLEVO NASCONDERMI di Giorgio Diritti - La recensione

volevo-nascondermi-

Premiato alla 70esima edizione della Berlinale com l'Orso d'argento come miglior attore a Elio GermanoVolevo nascondermi parla di Antonio Ligabue, il pittore e scultore prodigio dell’arte naïf del secolo scorso, ma questo non lo scopriamo subito. Prima lo seguiamo passo passo nella sua infanzia in Svizzera, figlio adottivo di madre ignota. Rimaniamo con lui quando viene deportato in Emilia Romagna e diventa Ul Tudesc, un eremita disprezzato dalla comunità e costretto a una capanna in riva al Po, poco più di un animale nutrito a bacche e uova sode. Solo quando Renato Mazzacurati lo accoglie in casa sua e Antonio tocca carta e pennello cominciamo a intravedere quello che cela il volto tumefatto del protagonista.


Tag : In evidenza, Recensioni film in sala, Le nostre recensioni
Wed, 26 Feb 2020 09:14:00

I Festival del cinema rinviati per l'emergenza Coronavirus

teatro-vuoto

L'emergenza Coronavirus ha letteralmente sconvolto il mondo culturale e l'intero comparto cinematografico, portando all'annullamento di diversi eventi. I Festival, in particolare, sono stati costretti a spostamenti improvvisi, spesso con pesanti perdite economiche che rischiano di metterne a repentaglio la sopravvivenza. Tanti sono gli appuntamenti tradizionalmente riservati al periodo primaverile: ecco tutti gli slittamenti previsti.


Tag : In evidenza, News, Rubriche
Mon, 02 Mar 2020 15:07:43

Berlinale 2020: THE ROADS NOT TAKEN di Sally Potter - La recensione

roads-not-taken

Dopo l’interessante e spassoso The Party, la regista Sally Potter cambia completamente registro e firma un dramma familiare dalle forti tinte emotive. The Roads Not Taken racconta il legame tra un padre in crisi depressiva con alle spalle un passato ingombrante e la sua giovane figlia intenzionata a prendersi cura di lui. Passato e presente si mescolano in un continuo salto temporale a cavallo tra flashback e ricordi personali in una forma disordinata e disorientante mirata a restituire per immagini la condizione terapeutica a cui è soggetto il protagonista.


Tag : In evidenza, Berlinale 2020
Mon, 09 Mar 2020 13:59:29

Berlinale 2020: NEVER RARELY SOMETIMES ALWAYS di Eliza Hittman - La recensione

never-rarely-sometimes-always

Una ragazza di diciassette anni scopre di essere incinta. Così, accompagnata dalla cugina, si dirige a New York per abortire. Qui, una psicologa incaricata di comprendere le ragioni di questa scelta e, soprattutto, la stabilità emotiva della ragazza, la sottopone a un interrogatorio in cui l’adolescente dovrà rispondere usando uno dei quattro avverbi temporali che danno il titolo al film e che, letteralmente, significano mai, di rado, a volte, sempre.


Tag : In evidenza, Berlinale 2020
Mon, 09 Mar 2020 13:09:18

Berlinale 2020: FAVOLACCE di Fabio e Damiano D’Innocenzo - La recensione

Favolacce

In una provincia italiana non meglio definita, un gruppo di famiglie coabita nel medesimo quartiere. I giorni scorrono senza troppo entusiasmo in quella che potrebbe essere ricordata con una delle tanti estati dal caldo torrido. Qui, le vicende di adulti e bambini si susseguono e si intrecciano. I primi sono disillusi, cinici, covano una rabbia repressa che sfocia in repressione e frustrazione. I secondi osservano tutto e arrivano alle loro conclusioni. Vorrebbero godere di un esempio migliore, ma il divario generazionale che li separa dai loro genitori non ammette sconti.


Tag : In evidenza, Berlinale 2020
Mon, 09 Mar 2020 00:09:56

Berlinale 2020: ONWARD–OLTRE LA MAGIA di Dan Scanlon - La recensione

onward

Se ancora avessimo avuto qualche dubbio sul fatto che i vari progetti Pixar non rispecchino in toto un’autorialità omogenea e coerente, Onward – Oltre la magia (di qui in avanti solamente Onward) ha il compito di darci l’ennesima conferma. Risulta infatti abbastanza evidente che il percorso intrapreso dalla casa di Emeryville a cominciare dal 1995 (anno d’uscita del loro primo lungometraggio, Toy Story – Il mondo dei giocattoli) sia sempre stato teso a raggiungere l’in(de)finito per poi superarlo, andare oltre. All’inizio del viaggio, gli animatori Pixar hanno condotto il pubblico verso i mondi più immaginifici e lontani dal nostro vissuto (universi popolati da mostri, le profondità dell’oceano, le fogne di Parigi, metropoli salvaguardate da supereroi, villaggi popolati da automobili ecc). Nell’ultima decade, invece, l’infinito tanto bramato ha iniziato a rendersi sempre più concreto e vicino, ma non per questo facilmente raggiungibile. Up, Inside Out, Coco e, appunto, Onward, sono film che lavorano e riflettono sul tema del lutto e dell’aldilà, ovvero della vita oltre la morte. La linea sembra tracciata con solchi evidenti.


Tag : In evidenza, Berlinale 2020
Sat, 07 Mar 2020 01:11:40