Ultime Zoomate di napatri@ - Tutte 3

napatri@ ha ricevuto 2683 click!

Feed Rss CercoCerco

Come organizzare le vacanze ai tempi di internet

Come viaggiare ai tempi di internet

Le vacanze ai tempi di internet hanno modificato radicalmente la vità dei viaggiatori. Grazie al Web viaggiare non è mai stato cosi facile e indipendente.

 

Chi è cresciuto negli anni novanta del secolo scorso non può non ricordare il famoso spot pubblicitario di un famoso tour operator che prendeva in giro i turisti fai da te. Se quello spot andrebbe in onda oggi, nell' era del Web 2.0, sicuramente farebbe pensare alla preistoria, visto che ora sarebbe impensabile andare in vacanza senza consultare internet o le varie App disponibile per lo smartphone.

Internet ha cosi influenzato e cambiato la cultura della società che non poteva essere da meno la figura del viaggiatore. Fino a qualche tempo fa chi aveva intenzione di spostarsi nel mondo, era obbligato a fare tappa in un agenzia di viaggio, dove per la maggior parte ci si doveva accontentare di un pacchetto gia preconfezionato che non sempre conincideva con l' idea di viaggio a cui si era pensato. Pochi erano i coraggiosi che si avventuravano in una vacanza fai da te dove come mezzo di comunicazione c' era solo il telefono e come traduttore instantaneo c'era solo il vocabolario.

Grazie alla diffussione di internet ormai organizzare le proprie vacanze è diventato molto facile, riducendo quasi al minimo i rischi di quando si viaggiava alla cieca.

Di seguito ecco una piccola guida per organizzare le vacanze nell' era del Web 2.0. La prima cosa da fare è decidere dove andare a trascorrere le vacanze. Un volta scelto il luogo dove rilassarsi, un consiglio che in molti trascurano è quello di verificare la situzione sociopolitica della nazione, in cui vogliamo recarci. Per aiutarci, a capire se la destinazione sia sicura o no, c'è un sito messo a disposizione dal Ministero degli Esteri che si chiama Viaggiare sicuri dove è possibile sapere quanto sia consigliabile o meno fare quel viaggio e quali rischi di natura politica, sanitari e meterologici potremmo correre recandoci in quel paese. Contestualmente a questo sito il Ministero mette a disposizione anche il portale Dove siamo nel mondo, dove gli italiani che si recano all' estero possono registrare, in modo volontario, i propri dati, in modo da poter pianificare evenutali soccorsi.

Una volta scelta la destinazione, il prossimo passo è decidere come raggiungerla. Il modo più veloce e facile per viaggiare è senza dubbio volare. Il modo più facile per trovare il volo, al migliore prezzo , è quello di affidarsi ai portali di comparazione dei voli, come ad esempio Volagratis e eDreams. Se poi non amiamo viaggiare in aereo possiamo sempre organizzare il nostro viaggio in modo alternativo come ad esempio il treno. Anche per i viaggi in treno oltre a portali ufficiali delle compagnie è possibile pianificare l' intero viaggio tramite alcuni portali che permettono di sapere tutte le coincidenze necessarie per raggiungere la destinazione, i Play Store di Android e iOS sono pieni di app che possono essere di aiuto a pianificare il nostro viaggio sulle rotaie.

Se poi anche viaggiare in treno non ci sembra adatto per noi, possiamo sempre optare per un bel viaggio in auto e se pensiamo che la nostra auto non sia in grado di affrontare un viaggio del genere possiamo fare un pensiero al noleggio. Anche in questo caso internet ci renderà le cose molto piu facile. Sul Web ci sono nuerosi portali che offrono il noleggio e breve e lungo periodo di auto. Ad esempio su portali come EuroCap, è possibile confrontare tutte le possibili soluzioni di noleggio divise per categorie di veicoli e la possibilità di aggiungere tutti gli optional desiderati per rendere il viaggio più piacevole possibile.

Ora stabilito come viaggiare non resta che scegliere dove soggiornare durante la nostra vacanza. Anche in questo casa il Web ci viene in aiuto offrendo portali che permettono di confrontare le offerte di hotel, B&B. La soluzione migliore è quella di confrontare lo stesso albergo utilizzando almeno due o tre portali diversi come ad esempio Momondo, Opoodo e Lol.travel. Ogni portale mette a disposzione varie funzioni per la ricerca dell' alloggio più adatto a noi. Una volta trovato l' alloggio e averlo confrontato con gli altri portali non ci resta che scegliere quello con l' offerta migliore e prenotarlo.

Bene una volta scelto anche dove alloggiare non ci resta che attendere il giorno della partenza e goderci la nostra tanto desiderata vacanza. Un consiglio utile sopratutto quando ci rechiamo all' estero sarebbe quello di stipulare una assicurazione viaggio che copre tutti gli eventuali imprevisti che si possono presentare durante la vacanza , come cancellazione voli, furti e spese mediche. Anche in questo caso internet ci può rendere le cose molto più facile. Sul Web esistono molti portali come Viaggiaresicuri, che permettono di calcolare preventivi per la copertura assicurativa sull' intera vacanza.

La forza delle vacanze dell' era del Web 2.0 è la condivisione delle proprie esperienze di viaggio. E' noto che ad influenzare maggiormente l' organizzazione delle vacanze , sono i consigli degli altri viaggiatori. Non a caso esistono portatali come TripAdvisor che permettono ai viaggiatori di recensiere le proprie vacanze. Condividere la propria esperienza durante il viaggio non solo può essere di aiuto ad altri viaggiatori, ma può essere anche na piacevole esperienza, rivivendo tutti i momenti della vacanza. Nel lasciare la vostra opinione cercate di essere il più obiettivi possibile. Se una cosa vi è piaciuta ditelo se vi ha fatto scifo non esistate a scriverlo. Se motiverete le vostre opinioni in modo intelligente e costruttivo, sicuramente i vostri consigli saranno utili ad altri viaggiatori.


Tag : Viaggiare e altro
Wed, 13 Jun 2018 10:12:14 +0200

La storia di Beretta

La Fabbrica d'Armi Pietro Beretta S.p.A

Beretta è una delle dinastie industriali italiana tra le più antiche del mondo ancora in attività, da sempre specializzata nel settore dell' industria della difesa. I prodotti Beretta sono utilizzati e diffusi in moltissimi paesi del mondo, utilizzati da militari, polizia e civili.

 

La Fabbrica d'Armi Pietro Beretta S.p.A. è un'azienda produttrice di armi da fuoco, fondata da Bartolomeo Beretta a Gardone Val Trompia (Brescia) nel 1526. La prima commissione del mastro Bartolomeo fu la fornitura di canne per archibugio (un'antica arma da fuoco portatile ad avancarica) per la Repubblica di Venezia, testimoniata da una ricevuta risalente al 1526 e conservata nell' archivio della ditta.

Inizialmente i Beretta erano più commercianti che fabbricanti di armi. Solo verso gli inizi del '600 si trovarono nelle condizioni economiche e sociali da permettere loro di acquistare le prime fucine per la produzione delle armi. In seguito la famiglia di Bartolomeo oltre a occuparsi di armi comincio a produrre lastre e canne. Divennero finitori, camuzzadori, azzalinieri, archibugieri e incassatori. In poco tempo i Beretta divennero uno dei principali fornitori d' armi della Repubblica Veneta, e, dopo la caduta di questa, dell' esercito napoleonico.

Agli inizi del XX secolo l' azienda passò nelle mani di Pietro Beretta che iniziò un processo di restauro e ammodernamento dell' azienda di famiglia, portato a termine dai sui figli Giuseppe e Carlo. La prima mossa di Pietro fu quello di ampliare il mercato iniziando alla produzione in larga scala di armi da caccia. L' attività della Fabbrica d'Armi Pietro Beretta S.p.A ebbe nuovo impulso con la prima guerra mondiale grazie alla Beretta M15, e nella seconda guerra mondiale, con la M34 e il MAB 38.

Nel 1985 Beretta diventa fornitore ufficiale delle armi da fuoco in dotazione al personale militare degli Stati Uniti, fornendo la Beretta 92, una pistola semi-automatica a chiusura geometrica con blocco oscillante. Contratto che poi perde dopo 32 anni nel 2017 con le forniture degli ultimi modelli di Beretta APX.

La Fabbrica d'Armi Pietro Beretta S.p.A è famosa in tutto il mondo per la pistola semiautomatica Beretta 92FS che, oltre ad essere l' arma di ordinanza dei dipartimenti di polizia ed eserciti in molti paesi del mondo, è anche l'arma ufficiale in dotazione a tutte le forze armate e polizie italiane, della Gendarmerie Nationale francese ed è stata in dotazione all' US Army fino all'2017 quando è stata sostituita dalla SIG Sauer P320. L' azienda fornisce alle forze armate italiane, oltre la Beretta 92, anche il fucile AR 70/90 è la Pistola Mitragliatrice 12S2, adottata dalle varie forze di polizia italiane.

Beretta oltre ad essere uno dei principali fornitori di armi per le forze armate, è ben nota anche negli ambienti di caccia per i suoi fucili e dotazioni. Di recente è anche entrata nel settore abbigliamento sportivo con il marchio Beretta Sport. È anche famosa per la sua ampia gamma di prodotti, che includono doppiette e fucili a canne sovrapposte, fucili semiautomatici, fucili da caccia, express rifles, fucili d'assalto, pistole mitragliatrici, pistole ad azione semiautomatica, fucili sportivi e, da pochi anni, anche rivoltelle. Sul sito ufficiale Beretta è possibile consultare l' ampio catalogo dei prodotti che vanno dalle armi, agli accessori fino all' outlet dell' abbigliamento firmato Beretta Sport.


Tag : Cuoriosità
Thu, 24 May 2018 19:16:14 +0200

Parigi: Arrivano i Taxi che volano sull’ acqua.

Sea Bubbles

A Parigi arrivano i Taxi che volano sull'acqua. A metà strada tra un battello e un aereo i nuovi taxi parigini promettono di rivoluzionare la viabilità sulla Senna.

 Dopo l' auto volante presto vedremo anche la barche volanti. Chiamata Sea Bubbles, il nuovo mezzo di trasporto è un’idea nata da una startup francese che conta velisti, ingegneri di Formula 1 e di Airbus. I taxi fluttuanti sono destinati a sorvolare la Senna e promettono di rivoluzionare i trasporti pubblici a Parigi. Fino ad ora i test dei taxi volanti sono andati a buon fine i prototipi sono in esposizione alla fiera parigina Viva Tech. Al momento sembra che l' unico ostacolo che impedisca l' utilizzo dei Sea Bubbles sulla Senna si la regolamentazione parigina che limita a 18 chilometri all’ora la velocità dei battelli sulla Senna, mentre i taxi volanti sono stati concepiti per navigare in modo ottimale a 25 chilometri all’ora .

Il Sea Bubbles è in grado di fluttuare fino a 60 centimetri dall’acqua raggiungendo la velocità di 30 chilometri orari, offrendo ai suoi 4 passeggeri più l' autista un nuovo mezzo per attraversare la trafficatissima Parigi. I taxi volanti, sono Cento per cento elettrici ed hanno un’autonomia che va dagli 80 ai cento chilometri e non solo sono silenziosi ma possono fluttuare anche nelle cosiddette “no wake zone”, le parti di fiumi e canali in cui è vietato produrre moto ondoso o risucchi che potrebbero danneggiare gli argini.


Tag : Scienze e Tecnologia
Thu, 24 May 2018 11:16:59 +0200

Come fare le Melanzane alla menta

Melanzane alla Menta

Come preparare le Melanzane alla menta. Un'idea stuzzicante e fresca, le melanzane alla menta è una ricetta per preparare un antipasto in pochissimi minuti che sarà molto apprezzato dagli ospiti.Come preparare le Melanzane alla menta. Un'idea stuzzicante e fresca, le melanzane alla menta è una ricetta per preparare un antipasto in pochissimi minuti che sarà molto apprezzato dagli ospiti.

 

Ingredienti:

700 g Melanzane

120 g Farina di grano

2 Uova

1 bicchiere

Vino bianco

1 Limoni

1 Menta

Olio extravergine di oliva

Preparazione:

Separate i tuorli dagli albumi. raccogliete la farina in una ciotola, unite i tuorli e lavorate con una frusta per incorporarli. Continuando a lavorare aggiungete il vino bianco, la buccia grattugiata del limone, la menta, tritata e un pizzico di sale. Quando avrete ottenuto una pastella omogenea, coprite la ciotola e lasciate riposare per circa un’ora a temperatura ambiente.Lavate le melanzane, asciugatele, spuntatele e tagliatele a fette. raccogliete le fette in un colapasta, salatele e lasciatele spurgare per 30 minuti con sopra un peso. Trascorso il tempo, lavatele e asciugatele con carta assorbente da cucina.Montate gli albumi a neve ben ferma e incorporateli alla pastella. Immergetevi le fette di melanzana e friggetele in abbondante olio extravergine ben caldo. Al termine, portate in tavola e servite.


Tag : Cucina
Tue, 22 May 2018 11:38:39 +0200

2001 Odissea nello Spazio torna al cinema

2001 Odissea nello Spazio

2001 Odissea nello Spazio torna al cinema, nella versione restaurata, in occasione del 50esimo anniversario del capolavoro di Stanley Kubrick. Uscita cinema lunedì 4 giugno 2018.

 2001 Odissea nello Spazio fu trasmesso per la prima volta il 3 Aprile 1968. In occasione del 50esimo anniversario del capolavoro di Kubrick la pellicola restaurata torna al cinema, per mostrare al pubblico ciò che era la visione del futuro di oggi negli anni '60. Il film di Stanley Kubrick è basato su un soggetto di Arthur C. Clarke, è il film più tattile, sonoro, visivo di tutti i tempi, oltre ad aver spostato più in là il gusto per la fantascienza, dai Sessanta in poi. In un arco di tempo che abbraccia milioni di anni dell'evoluzione dell'uomo, 2001 è il viaggio nello spazio verso Giove a bordo dell'astronave Discovery One, sotto l'occhio del super-computer Hal 9000, dotato di A.I. (intelligenza artificiale), che all' epoca era solo semplice teoria.

Alle origini dell'uomo, un misterioso monolito compare sulla Terra. La sua presenza attiva l'intelligenza dei primati che comprendono l'uso delle ossa degli animali uccisi quali prolungamenti delle loro braccia. 2001. Sulla Luna è stato trovato un monolito la cui esistenza viene tenuta sotto il massimo segreto. Il monolito improvvisamente lancia un segnale indirizzato verso il pianeta Giove. Diciotto mesi dopo l'astronave Discovery si dirige verso il pianeta. A bordo si trovano due astronauti, Frank e David, tre ricercatori ibernati e il computer della nuova generazione, HAL 9000, in grado di controllare il funzionamento di tutta l'astronave, nonché di dialogare con gli astronauti. L'infallibile computer segnala un guasto in uno degli elementi esterni dell'astronave ma il pezzo, sottoposto a numerosi test, risulta essere in ottime condizioni di funzionamento.

I due astronauti debbono arrendersi al fatto che HAL ha sbagliato e decidono di disattivarlo. Hal fa allora in modo che il pezzo venga rimesso al suo posto e fa in modo di uccidere Frank.

Quando David, uscito per recuperare il cadavere del compagno, tenta di rientrare il computer glielo impedisce. L'astronauta distrugge la memoria del computer e apprende il vero scopo della missione, gli astronauti devono raggiungere Giove per scoprire cosa sia in realtà il monolito. David un volta arrivato sul pianeta muore per rinascere a nuova vita. Capolavoro in assoluto,2001rappresenta una delle riflessioni più articolate giunte sul grande schermo sul rapporto civiltà/tecnologia nonché sul destino dell'umanità.

Il protagonista di 2001 Odissea nello Spazio è l' Intelligenza Artificiale HAL 9000. Mentre gli uomini si preparano da soli alla propria distruzione. HAL non impazzisce ma, molto più drammaticamente, va in crisi perché il suo sistema binario Si/No, viene stravolto dalla presenza di un segreto da conservare, di una menzogna da dire. Lo scopo della missione non va rivelato e il computer non può resistere a questa intrusione dell' essere umano nei suoi delicati apparati. Quando David lo disattiva progressivamente, HAL (che ha ucciso quattro uomini) ritorna allo stadio infantile, preludio al percorso che l'astronauta dovrà fare procedendo fino alla propria morte per poi risorgere come feto delle stelle, in gestazione per una nuova umanità.

Regia di Stanley Kubrick. Cast: Keir Dullea, Gary Lockwood, William Sylvester, Daniel Richter, Leonard Rossiter. Titolo originale: 2001: A Space Odyssey. Genere: Fantascienza -USA,Gran Bretagna. Uscita cinema lunedì 4 giugno 2018 distribuito da Warner Bros Italia.


Tag : Cinema e Tv
Mon, 21 May 2018 16:59:04 +0200

SpotMini il cane robot per le famiglie

SpotMini

Si chiama SpotMini il robot pronto a prenderei l posto dei cani reali, realizzato dalla Boston Dynamics, che sarà in vendita dal 2019. La notizia è stata diffusa dal fondatore dell'azienda, Marc Raibert nel corso di un convegno nella prestigiosa Università di Berkley.

 

La particolarità di SpotMini, rispetto ai suoi predecessori, oltre ad avere le sembianze di un cane, sta nel suo peso, il cane robot raggiunge un peso massimo di 30 Kg, ciò gli permette di essere utilizzato in ambienti domestici o negli uffici.

La Boston Dynamics ha rilasciato un video dimostrativo, in cui si evidenzia l'agilità e la facilità di movimento del cane robot, in grado di salire e scendere le scale. Ma ciò che sta facendo notizia e che l' azienda tecnologica ha intenzione di avviare la commercializzazione del suo robot. Fino ad oggi infatti, questi robot sono stati realizzati per essere impiegati nel campo industriale, ma ora la Boston Dynamics pensa di allargare il campo di utilizzo. L'azienda americana, ad oggi ne sta producendo 100 esemplari e sta cercando imprese interessate all'investimento per una diffusione di massa. Il prezzo di acquisto non è stato ancora stabilito, ma stando a quando dichiarato dalla stessa Boston Dynamics SpotMini è costato dieci volte meno rispetto al modello precedente, segno che i costi di produzione stanno calando anche nella robotica e ciò comporterebbe a prezzi di acuisti più accessibili permettendo al mercato dei robot di ampliarsi anche al di fuori del contesti industriali e presto raggiungere anche i salotti delle case.


Tag : Scienze e Tecnologia
Tue, 15 May 2018 09:59:50 +0200

Come preparare i Bucatini con il pangrattato

Bucatini con pangrattato

Come preparare i Bucatini con il pangrattato, un piatto facile e veloce da preparare, un piatto saporito ed appetitoso, un primo piatto ottimo quando si ha poco tempo a disposizione.

I bucattini con il pangrattato prende spunto dalla ricetta siciliana “pasta ca’ muddica”, un piatto semplice e veloce da prepare, ideale quando si ha a disposizione poco tempo per preparare un pranzo o una cena, ottima anche quando si hanno invitati all' ultimo minuto e si vuole fare una bella figura, visto che gli ingredienti sono quasi sempre a disposizione in dispensa.

Andiamo a vedere come preparare i Bucatini con il pangrattato:

Ingredienti:

320 g di bucatini

5 acciughe sotto sale

1 cucchiaio di capperi sotto sale

150 g di olive nere

100 g di pangrattato

olio extravergine di oliva

sale

Preparazione:

Per prima cosa, per preparare i Bucatini con il pangrattato, dissalate le acciughe e i capperi sotto l’acqua fredda corrente e denocciolate le olive. In una padella scaldate due cucchiai d’olio e fate sciogliere le acciughe mescolando con delicatezza. Quando le acciughe saranno completamente sciolte, aggiungete i capperi e le olive divise a metà. Mescolate e tenete da parte.

Cuocete i Bucatini in abbondante acqua salata. A metà cottura della pasta, in un altra padella inziate a scaldare due cucchiai d’olio, quindi aggiungete a pioggia il pangrattato e fatelo dorare continuando a mescolare. Quando i bucatini sono al dente, scolateli e trasferiteli direttamente nel padella con il pangrattato dorato mescolandoli rapidamente.

Unite il preparato di olive, acciughe e capperi, fate saltare qualche istante e servite subito a tavola i bucatini con il pangrattato.


Tag : Cucina
Fri, 11 May 2018 11:59:18 +0200

Auto a guida autonoma al via la sperimentazione in Italia

Smart road

Auto a guida autonoma sembra che sara il prossimo futo del trasporto, tanto che quasi tutte le case automobilistiche ci stanno lavorando eseguendo anche dei test su strada. Ora, anche in Italia sarà possibile sperimentare la guida autonoma su strada.

 

Il ministero dei trasporti ha dato il via libera alla sperimentazione su strade dei veicoli a guida automatica.

Con un decreto pubblicato sulla gazzetta ufficiale è stato dato infatti il via libera alle cosiddette "smart road", ossia le strade e le autostrade digitalizzate e provviste di innovativi sistemi di assistenza alla guida.

La legge prevede che chi vorra sperimentare veiocli a guida automa dovra fare richesta al ministero che può autorizzare, la sperimentazione su alcuni tratti di strada, secondo specifiche modalità e controlli durante la sperimentazione, con lo scopo di assicurare che si svolga in condizioni di assoluta sicurezza. Possono chiedere l'autorizzazione istituti universitari, enti pubblici e privati di ricerca, costruttori del veicolo equipaggiato con le tecnologie di guida automatica.

Oltre alla sperimentazione su strada dei veicoli automatici, il decreto disegna anche il percorso verso la sperimentazione degli innovativi sistemi di assistenza alla guida sulle nuove infrastrutture connesse.

La legge getta le basi per gli standard funzionali per realizzare strade più connesse e sicure che, grazie alle nuove tecnologie, possano dialogare con gli utenti a bordo dei veicoli, per fornire in tempo reale informazioni su traffico, incidenti, condizioni meteo, fino alle notizie turistiche.

La Smart Road riguarderà in una prima fase, entro il 2025, sulle infrastrutture italiane appartenenti alla rete europea TEN-T, Trans European Network - Transport, e su tutta la rete autostradale e statale. In seguito, i servizi saranno estesi a tutta la rete dello Sistema nazionale integrato dei trasporti.


Tag : Scienze e Tecnologia
Fri, 20 Apr 2018 12:08:07 +0200

Come fare Frittelle Ortica e Borragine con Maionese allo Yogurt Lime e Erba Cipollina

Frittelle ortica e borragine

Come fare Frittelle Ortica e Borragine con Maionese allo Yogurt, Lime e Erba Cipollina, un piatto facile e veloce da preparate per servire un antipasto particolare dai sapori alternativi.

 Le fritelle ortica e borragine è un piatto alternativo che unisce il gusto dell' ortica a quello della borragine, esaltati da un maionese allo yogurt, lime e erba cipollina. L’ortica è una erba selvatica solo apparentemente urticante, ma dalle innumerevoli proprietà curative, nonché dalle grandi qualità nutrizionali. Trova la sua massima espressione in primavera, quando viene colta e conseguentemente usata in cucina.Vediamo come fare le Frittelle Ortica e Borragine con Maionese allo Yogurt, Lime e Erba Cipollina.

Ingredienti:

100 g Borragine

100 g Ortica

120 g Patate

5 cucchiai Fecola

1 cucchiaio Ricotta vaccina

1 Uova 

Olio di arachidi

Sale

Pepe

Per la Maionese

150 Yogurt bianco

4 cucchiai Olio di mais

1 Lime

1 cucchiaino Senape

10 Erba cipollina

Sale

Preparazione:

Per la maioneseRaccogliete lo yogurt e la senape. Iniziate a lavorare con un mixer a immersione unendo a filo l’olio di semi fino a ottenere una maionese dalla consistenza densa. A questo punto aggiungete alla maionese il succo del lime e l’erba cipollina, tritata al coltello. Aggiustate di sale, amalgamate per bene e trasferite in frigorifero. Sbollentate le ortiche e la borragine in acqua salata, quindi scolatele e fatele raffreddare. Tritatele grossolanamente.Tagliate le patate a fettine di 1 mm di spessore, quindi lessatele in acqua bollente e salata per due minuti, scolatele e fatele raffreddare. In una ciotola raccogliete le verdure sbollentate, le patate, la fecola, la ricotta e l’uovo, e amalgamate accuratamente. Regolate di sale, pepate e formate tante polpettine.Friggete le polpettine in  abbondante  olio di semi caldo. Quando saranno pronte fatele asciugare su carta assorbente e salatele. Servite le frittelle ancora calde accompagnandole con la maionese, messa in ciotoline monoporzione.


Tag : Cucina
Tue, 17 Apr 2018 14:31:54 +0200

Come fare i Cavoletti di Bruxelles in pasta sfoglia

Cavletti di Bruxelles in pasta sfoglia

Compe preparare i Cavoletti di Bruxelles in pasta sfoglia, un antipasto semplice e veloce da preparare. Cavoletti di Bruxelles in pasta sfoglia fanno parte della cucina vegetariana ottimi da preparare come antipasto che faranno felici tutti e non solo i vegetariani.

 

Ingredienti:
500 g Pasta sfoglia
500 g Cavoletti di Bruxelles
300 g Carote
20 g Burro
1 Uova
20 g Amido di riso
Sale
Preparazione:

Pulite i cavoletti e tagliateli in modo da dargli una forma a fiore, quindi lessateli al vapore, salandoli in superficie. In un pentolino fate sciogliere il burro, aggiungete le carote, tagliate a rondelle, un pizzico di sale e 1/2 bicchiere di acqua.Coprite con un coperchio e fate cuocere per una ventina di minuti. A fine cottura, togliete il coperchio e fate evaporare l’eventuale acqua residua.

Frullate le carote assieme all’uovo e l’amido, fino a ottenere una crema omogenea. Stendete la pasta sfoglia e tagliatela in quadrati di circa 7 cm di lato.
Immergete un cavoletto nella crema di carota e disponetelo al centro del quadrato. Piegate leggermente gli angoli della sfoglia, dandogli una forma a fiore, e disponete su una teglia, rivestita con carta forno.

Infornate tutto a 220 °C in forno già caldo e fate cuocere per 15 minuti. Trascorso il tempo di cottura, levate e servite.


Tag : Cucina
Tue, 10 Apr 2018 13:08:36 +0200