Ultime Zoomate di napatri@ - Tutte 3

napatri@ ha ricevuto 2408 click!

Feed Rss CercoCerco

Come fare la pizza chiena

Pizza chiena

La pizza chiena, è una torta rustica che si prepara a Napoli nel periodo di Pasqua, precisamente il venerdì santo per poi essere consumata il giorno dopo, perché il venerdì non si mangia carne, e il lunedì di Pasquetta. Un rustico ripieno di formaggi, salumi, uova con un involucro di pasta brisè.

 

PER LA PASTA BRISÈ
FARINA TIPO 00 250 gr
BURRO 100 gr
UOVA 2
SALE MARINO 5 gr

PER IL RIPIENO
PANCETTA DI MAIALE 200 gr
SALAME NAPOLI 200 gr
CAPOCOLLO 200 gr
PROVOLONE 200 gr
UOVA 4 sode + 3 sbattute
RICOTTA DI MUCCA 300 gr
PARMIGIANO GRATTUGIATO 50 gr
LATTE FRESCO INTERO 1 bicchiere


PREPARAZIONE
Per preparare la pasta brisè mettete in una terrina la farina, il burro leggermente ammorbidito e cominciate ad impastare. Aggiungete poi le uova, il sale e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Una volta ottenuto l'impasto formate un panetto con la pasta brisè. Copritelo con della pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno 1 ora.
Dopo 1 ora prendete il panetto dal frigo e dividetelo in due parti, una più grande che andrà a foderare la teglia, e una più piccola per coprire. Stendete la pasta con il mattarello, dovrà avere uno spessore di circa 3 mm. Foderate un teglia di 25 cm, precedentemente unta di strutto, con la pasta brisè.Ora preparate un battuto di 3 uova con l'aggiunta di formaggio pecorino grattugiato. Cominciate ad inserire nella teglia i salumi, il formaggio e le uova sode, precedentemente tagliati a fette sottili. Aggiungete poi una parte di ricotta, o di mucca o di pecora, e una parte di uova sbattute. Formate un altro strato fino a completare gli ingredienti.
Una volta completato il ripieno, prendete l'altro panetto di pasta brisè, stendetelo con il mattarello e utilizzatelo per coprire il ripieno. Eliminate la pasta in eccesso, sigillate bene i bordi e bucherellatela per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura. Infornate la pizza chiena in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti.

Fatela raffreddare prima di servirla. Una volta tagliata a fette noterete gli strati formati con i salumi, i formaggi, le uova e la ricotta. L'ideale è mangiarla il giorno dopo, fredda o riscaldata.


Tag : Cucina
Tue, 14 Nov 2017 11:28:50 +0100

Come fare il Casatiello Napoletano

Casatiello

Il casatiello è la torta rustica tipica napoletana che si prepara durante il periodo di Pasqua. Il casatiello è un rustico che simboleggia la Pasqua.

Secondo la tradizione, infatti, sulla superficie dell'impasto si devono incastrare uova sode intere col guscio fissate da pezzi incrociati di pasta, a croce, per ricordare la passione di Cristo e soprattutto la sua corona di spine mentre, invece, la forma ad anello indica la continuità poiché la Pasqua simboleggia sia la morte che la rinascita.

La diffusione del casatiello, al pari della pastiera, altro prodotto pasquale partenopeo, pare essere attestata almeno a partire dal Seicento.

INGREDIENTI PER L'IMPASTO:
FARINA TIPO 00 600 gr
ACQUA 250 gr
STRUTTO (sugna) 120 gr
LIEVITO DI BIRRA 25 gr
SALE MARINO 10 gr
MIELE 1 cucchiaino

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
SALAME 150 gr tipo Napoli
PROVOLONE 150 gr
PEPE NERO q.b.
PECORINO 50 gr grattugiato

INGREDIENTI PER DECORARE
UOVA 4
UOVA 1 tuorlo

PREPARAZIONE:

Create una fontana di farina su una spianatoia e aggiungete il lievito sciolto in acqua tiepida. Impastate finché la farina non assorbe tutta l'acqua. Aggiungete, man mano, la sugna, il sale e un pizzico di miele facendoli assorbire all'interno dell'impasto.

Lavorate bene l'impasto fino a formare una palla soda e liscia. Copritela con un panno e fatela lievitare in un luogo caldo fino a quando l'impasto non sarà raddoppiato di volume. Stendete l'impasto su un piano di lavoro infarinato e dategli una forma rettangolare lunga e stretta, con uno spessore di circa 1,5 cm, tenendo da parte un po' di pasta per le striscioline della decorazione finale. Mettete sulla pasta appena tirata il salame e il provolone tagliati a dadini e spolverizzate il tutto con del pecorino grattugiato e un pizzico di pepe nero.

Arrotolate delicatamente la sfoglia formando un cilindro stretto. Spennellate lo stampo con la sugna e metteteci dentro il rotolo di pasta a cilindro, sovrapponendo i bordi per farli saldare in cottura. Fate lievitare il casatiello in un luogo caldo per tutta la notte.Tagliate otto striscioline di pasta. Prendete quattro uova sode e poggiatele, con una leggera pressione, sulla superficie del casatiello, con la punta rivolta verso l'interno. Usate due strisce di pasta per bloccare ogni uovo sul rustico. Unite le estremità delle strisce sul casatiello, che si salderanno in cottura, e spennellate sulla superficie un tuorlo d'uovo.Cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per 40/45 minuti ma i tempi possono variare da forno a forno. Sfornate e servite una volta intiepidito.


Tag : Cucina
Wed, 08 Nov 2017 12:50:58 +0100

Come fare Gnocchi alla Sorrentina

Gnocchi alla Sorrentina

Gli gnocchi alla sorrentina sono un piatto tipico della cucina napoletana. Sono preparati con gnocchi fatti di patate, farina ed acqua, cotti e conditi con salsa di pomodoro, fiordilatte, parmigiano e basilico.

 

In Campania gli gnocchi venivano detti strangulaprievete da cui l'impropria traduzione nell'odierno strangolapreti, tuttavia l'etimo seppur suggestivo, non è da ricondurre agli ordini religiosi, bensì a più antiche radici greche.


Ingredienti:
Gnocchi (prepferibilmente fatti in casa)
SALSA DI POMODORO q.b.
FIOR DI LATTE 300g
PARMIGIANO GRATTUGIATO q.b.
BASILICO q.b.

Preparazione:

Prendete il fiordilatte e tagliatelo in tanti piccoli cubetti. Inserite un una pentola tutti gli ingredienti per un sugo di pomodoro classico e cuocetelo.Predentete gli gnocchi e cuoceteli in acqua salata scolandoli quando saliranno in superficie. Adagiate in un tegamino prima il sugo di pomodoro, poi gli gnocchi ed infine altro sugo e i pezzetti di fiordilatte.Aggiungete una spolverata di parmigiano e fateli gratinare nel forno a una temperatura di 200 gradi per 5 minuti in modalità grill. Togliete il tegamino dal forno, ultimate la ricetta adagiando due foglie di basilico sugli gnocchi e serviteli ben caldi.


Tag : Cucina
Wed, 08 Nov 2017 12:41:39 +0100

Come avere un aspetto sano e radioso

Aspetto sano e radioso

Affrontare le giornate con un aspetto sano e radioso aiuta ad affrontarla in modo migliore. Mantenere un aspetto sano e radioso non è sempre facile ma seguendo delle semplici regole su come avere un aspetto sano e radioso, può aiutare.

 

Ecco alcuni consigli, semplici da seguire, che possono aiutare a mantenere un aspetto sano e radioso, suggerite da esperti del settore.

Vestire di rosso aiuta a rimanere sani e radiosi.

Secondo uno studio condotto da un team di psicologi dell’Università di Rochester,  il colore rosso rende, senza ombra di dubbio, più attraenti. Non a caso parliamo del colore che, da sempre, è associato all’amore e alla passione.

Sorridere davanti allo specchio aiuta a essere più felici.

Una ricerca del 2009 dell’Università di Cardiff ha scoperto che le persone sorridenti sono generalmente le più felici. Secondo il terapeuta Shadeen Francis,  i nostri cervelli sono programmati per interpretare il sorriso come segno di gioia. Guardarsi allo specchio mentre si sorride, non farebbe altro che trasmettere messaggi molto positivi.

Parlare a se stessi aumenta la fiducia in se stessi.

Secondo uno studio condotto nel 2014 dall’Università dell’Illinois, sarebbe il modo migliore per accrescere sicurezza e fiducia in se stessi. Soprattutto prima di un evento importante che sia una riunione, una presentazione etc.

Stare dritti ci fa sentire più forti.

Uno studio condotto in America dall’Associazione delle Scienze Psicologiche, ha dimostrato che questa potrebbe essere la chiave del benessere. Essere e sentirsi in forma avrebbe delle ripercussioni sul cortisolo, l’ormone dello stress. Il risultato? Ci si sente più forti.

Ricordare un momento di massima fiducia aiuta ad affrontare le dure prove.

Quando dobbiamo affrontare delle situazioni che mettono a dura prova, si ha paura di non essere all’altezza della situazione. Uno studio pubblicato sul Journal of Experimental Social Psychology ha rivelato che, il semplice fatto di ricordare un’esperienza personale di massima fiducia, sarebbe sufficiente per riportare a quello stato, riuscendo a portare a termine con successo la prova che stiamo affrontando.


Tag : Cuoriosità
Thu, 26 Oct 2017 12:08:29 +0200

Seven Sisters, sette sorelle una sola identità

Seven Sisters

Seven Sisters (What Happened to Monday) è ambientato in un futuro orwelliano non troppo lontano, dove sette gemelle dovranno lottare per sopravvivere in una popolazione di figli unici e regolato da rigide imposizioni governative.

 

In un futuro non troppo lontano il problema della sovrappopolazione obbliga il governo ad adottare una rigida regola. Ogni coppia può avere un solo figlio, fratelli e sorelle saranno ibernati in attesa di tempi migliori.

E’ in questo clima tetro è ambientata la storia di sette sorelle gemelle lottano per vivere un'esistenza normale fingendo di essere tutte la stessa persona Karen Settman, e alternandosi nei suoi panni nel mondo esterno per qualche ora a settimana.

Alle piccole Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica, che vivo con il nonno, è permesso uscire di casa soltanto nel giorno corrispondente al proprio nome, con il divieto assoluto di rivelare il segreto della loro famiglia. Nascoste per sei giorni a settimana, crescono senz'altra compagnia che quella del nonno e delle sorelle, fino a quando una di loro, Lunedì, non sparisce nel nulla. Toccherà alle altre investigare sulla scomparsa della sorella, costringendole a uscire anche nei giorni non stabiliti a loro.

DATA USCITA: 30 novembre 2017

GENERE: Fantascienza, Thriller

ANNO: 2017

REGIA: Tommy Wirkola

ATTORI: Noomi Rapace, Willem Dafoe, Glenn Close, Robert Wagner, Marwan Kenzari, Jeppe Beck Laursen, Pål Sverre Valheim Hagen

PAESE: Gran Bretagna

DURATA: 124 Min

DISTRIBUZIONE: Koch Media


Tag : Cinema e Tv
Mon, 23 Oct 2017 10:50:15 +0200

Come passeggiare in cima agli alberi

treetop

Passeggiare in cima agli alberi è, detta da chi ha l’ ha fatta, una dell’ esperienze più spettacolari che si possano mai fare. Ma come fare per passeggiare in cima agli Alberi?

 

In Danimarca sarà possibile passeggiare in cima agli alberi, senza necessariamente indossare attrezzature speciali  o essere dei provetti scalatori.

A sud di Copenaghen, nel 2018, verrà inaugurata una sorprendente passerella green lunga 600 metri che permetterà di salire a 45 metri di altezza, passeggiare sopra la foresta danese e immergersi completamente nella natura. Con una vista spettacolare a 360 gradi.

La passerella verrà realizzare nell’area verde protetta di Gisselfeld Klosters Skove, a circa un’ora di macchina da Copenaghen, la La Treetop experience  sarà realizzata dallo studio di architettura danese. La torre  sale fino a 45 metri di altezza e offrirà un panorama mozzafiato, per passeggiare immersi nella foresta incontaminata. I visitatori potranno  godersi  una vista a 360 gradi e, nelle giornate migliori, fino a 25 chilometri di distanza.

La struttura ecosostenibile e senza barriere architettoniche aprirà nel 2018. È composta da una rampa di legno lunga 600 metri, circondata da una grata di acciaio, e numerose piazzole di sosta dove trascorrere qualche ora di relax.


Tag : Viaggiare e altro
Fri, 20 Oct 2017 12:39:41 +0200

Come fare le Chiacchiere di Carnevale

Chiacchiere

Le chiacchiere di Carnevale sono dei dolci di carnevale friabili e sottili fatti di farina, uova e ricoperti di abbondante zucchero a velo. Si riconoscono per la cialda piena di bolle e perché sono croccantissime. La pasta viene stesa in maniera molto sottile da cui si ricavano strisce cotte in olio caldo ma non bollente, possono essere aromatizzate al limone o ricoperte, addirittura, con un velo di miele e marsala.

 

Ingredienti:

FARINA TIPO 00 200 gr

UOVA 2 intere

SAMBUCA 2 cucchiai

LIEVITO IN POLVERE PER DOLCI punta di un cucchiaino

ZUCCHERO BIANCO 2 cucchiai

OLIO DI SEMI DI GIRASOLE 1/2 cucchiaio

SALE MARINO un pizzico

ZUCCHERO A VELO q.b.

Preparazione:

Disponete la farina a fontana e mettete al centro le uova, il burro fuso, il sale, l'olio e gli altri ingredienti e mescolate partendo sempre dal centro. Impastate energicamente tutti gli ingredienti fino a creare un impasto morbido, sodo e liscio. Formate un panetto elastico, copritelo con un telo e fatelo riposare per 30 minuti circa.

Dividete il vostro impasto in quattro o più parti e stendete con un matterello una sfoglia sottilissima. Con la macchina per la pasta, invece, potete passare l'impasto più volte fino ad impostare il rullo al livello 5.

Ottenuta una sfoglia liscia, sottile e dai bordi regolati, adagiate le sfoglie su un piano da lavoro infarinato e create delle strisce larghe e lunghe 8 cm da incidere al centro e, con una rotella dentata, ritagliate tante striscioline. Friggete una o due chiacchiere in una padella con abbondante olio di semi bollente.

Scolate le chiacchiere con una schiumarola quando saranno dorate, adagiatele su un piatto ricoperto di carta assorbente e fatele raffreddare.

Cospargetele con abbondante zucchero a velo quando saranno ben asciutte e servite subito.


Tag : Cucina
Thu, 19 Oct 2017 11:42:03 +0200

Come fare il migliaccio napoletano

Migliaccio napoletano

Il migliaccio è una torta di semolino tipica del Carnevale napoletano e ha origini molto antiche. La ricetta tradizionale del migliaccio napoletano, infatti, è legata alla tradizione contadina ed è realizzata generalmente con pochi e semplici ingredienti come il semolino e la ricotta. l migliaccio e rappresenta il piatto principe del martedì grasso. Il migliaccio è la variante povera della sfogliatella napoletana e al ripieno della sfogliatella si avvicina parecchio

 

 Ingredienti:

 SEMOLINO 200 gr

LATTE 500 ml

ACQUA 500 ml

RICOTTA 300 gr

SCORZA DI ARANCIA 1

SCORZA DI LIMONE 1

BURRO 40 gr

VANILLINA 1 bustina

UOVA 4

ZUCCHERO 250 gr

Preparazione:

 In un pentolino mettete a scaldare il latte e l'acqua con la scorza del limone e la scorza d'arancia, senza arrivare al punto di ebollizione. Aggiungete poi il burro e mescolate, dopodiché rimuovete le scorze degli agrumi. Versate il semolino a pioggia e mescolate con una frusta a mano fino a far addensare il composto. Versate il tutto in una pirofila e lasciate raffreddare. In una ciotola rompete le uova e aggiungete lo zucchero, montate con la frusta fino a creare un composto gonfio e spumoso.

Aggiungete la ricotta setacciata, la vanillina, e continuate a mescolare con la frusta, amalgamando gli ingredienti fino a creare un composto omogeneo. Aggiungete la crema al semolino al composto a base di uova ed amalgamate il tutto. Ungete di burro una teglia di 26 cm e rivestitela di carta forno. Riversate il composto all'interno della teglia livellando la superficie con una spatola. Infornate in forno statico a 200° per 1 ora. Sfornate il migliaccio quando la superficie sarà ben colorita e lasciatelo freddare almeno un paio d'ore prima di tagliarlo. Decorate con zucchero a velo.


Tag : Cucina
Tue, 17 Oct 2017 11:38:49 +0200

Come fare Salsicce e Friarielli

Salsicce e Friarielli

Salsiccia e friarielli è un piatto che fa parte della cucina tradizionale napoletana. Rustico, gustoso e ricco di carattere proprio come le migliori specialità napoletane sanno essere.


I friarielli sono una tipica verdura campana simile alle cime di rapa, dal gusto un po' amarognolo, chiamati anche broccoletti invernali. Nella cucina napoletana i friarielli formano un binomio quasi indissolubile con la salsiccia, di cui rappresentano il contorno tradizionale. Come cibo da strada, le paninerie vendono infatti panini farciti al momento con salsiccia e friarielli. Nelle pizzerie napoletane non manca mai sul menu anche la pizza con salsiccia, friarielli, grana grattugiato e fiordilatte. Nelle rosticcerie e in alcuni panifici si preparano pizze ripiene (calzoni) con salsiccia e friarielli.


Ingredienti per 4 persone:
4 salsicce
3 fasci di friarielli
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
vino bianco
olio d' oliva
sale.

Preparazione

Pulite i friarielli, togliendo i gambi e le foglie più dure. Cuocete le salsicce in una padella con un po' di olio e sfumate con un pò di vino bianco. In una padella a parte, fate rosolare uno spicchio di aglio e un peperoncino nell'olio, aggiungete i friarielli, salate e coprite con un coperchio. Appena i friarielli saranno ammorbiditi, togliete il coperchio e continuare la cottura a fuoco vivace per altri 5 minuti circa. Unite le salsicce nella padella con i friarielli e lasciare continuare a cuocere quanto basta per farli insaporire. Una Terminato potete servire le salsiccie e friarielli in piatto o come fanno la maggior parte dei napoletani in bel panino croccante.


Tag : Cucina
Mon, 16 Oct 2017 10:08:53 +0200

Come fare il Babà napoletano

Babà

Il babà è uno dei dolci tipici della tradizione napoletana, forse è il dolce tipico napoletano per eccellenza.

 

Il babà è la derivazione d'un dolce a lievitazione naturale originario della Polonia, il babka ponczowa, utilizzato dai cuochi francesi assunse il nome di baba, vide trasformato il proprio nome in "babbà" dai pasticceri napoletani.

Per preparare il babà esistono numerose ricette, quella che vi propongo è la ricetta del babà al rum.

Ingredienti impasto:

6 uova

 1 cucchiaio di zucchero

 1 cucchiaino di sale

 25 gr di lievito di birra

 100 gr di margarina

 400 gr di farina 00

Ingredienti bagna al rum:

 500 ml di acqua

 250 gr di zucchero

 1 buccia di limone

 250 ml di rum

Preparazione:

In una ciotola molto ampia mettete le uova, lo zucchero, la margarina, il sale e il lievito di birra. Con uno sbattitore lavorate il tutto per una decina di minuti. Aggiungete ora la farina  e continuate a lavorare l'impasto. Lavorate l'impasto del babà fino a che diventi elastico e si stacchi completamente dalle pareti della ciotola. Imburrate ora la teglia per il babà e disponete l'impasto al suo interno in modo omogeneo. Lasciate riposare con un coperchio posto sulla superficie della teglia per 3 ore circa, fino a che l'impasto non sarà arrivato ai bordi della teglia.  infornate in forno già caldo a 220°C gradi per 30 minuti. Il babà sarà pronto quando la superficie e la parte interna dello stampo saranno dorate.

Preparazione bagna al rum

Fare bollire per 20 minuti circa l'acqua e zucchero con una buccia di limone tagliata a spirale . Quando lo sciroppo sarà pronto, aggiungete il rum.

In fine bucherellate tutta la superficie del babà ormai tiepido con uno stuzzicadenti, versate lo sciroppo al rum sulla superficie del babà. Far fuoriuscire lo sciroppo in eccesso e con quello continuate a bagnare il babà ripetutamente fino a quando il dolce lo assorbirà tutto. Lasciate riposare il babà 2 ore per in frigo prima di capovolgerlo su un piatto da portata e servirlo.


Tag : Cucina
Thu, 12 Oct 2017 11:09:00 +0200