Lotito a Sinagoga: "Trovare gli autori"Anna Frank - Mattarella:atto disumanoOsce - Alfano: annientare tratta migrantiSalvini - mandato per autonomia. VediamoAnna Frank - Renzi:Stella David su maglieNew Yorker - copertina con Trump clownInsulti antisemiti - Tajani:"Fatto grave"Mafia - sequestro beni a imprenditoreBressa - proposta Zaia contro unità PaeseMaroni: "A noi 23 competenze e risorse"
di

Facebook analizza l’umore dei ragazzini per vendere la pubblicità

Facebook analizza l’umore dei ragazzini per vendere la pubblicità
Due dirigenti australiani di Facebook analizzano gli stati d’animo dei giovani utenti del socila ...
Facebook analizza l’umore dei ragazzini per vendere la pubblicità

Facebook analizza l’umore dei ragazzini per vendere la pubblicità
Due dirigenti australiani di Facebook analizzano gli stati d’animo dei giovani utenti del socila per capire come e quando mostrargli  messaggi pubblicitari. Questo è quanto si legge in un documento riservato di 23 pagine intercettato da The Australian. L’analisi di David Fernandez e Andy Sinn mostra algoritmi in grado di monitorare post, foto e interazioni di 6,4 milioni di utenti australiani e neozelandesi di 14 anni  per intercettare i sentimenti di paura , sfiducia, ansia o nervosismo. E prevedere quando si ripresenteranno nell’arco della settimana o si alterneranno con un maggiore ottimismo. 

Il documento — denominato «Confidential: Internal Only» — suscita polemiche perché chiama in causa i minorenni, ma il problema della targhettizzazione non etica non è nuovo. Nel 2016 lo ha sollevato , evidenziando che gli inserzionisti potevano indirizzare gli annunci per «affinità multiculturale». Facebook è intervenuto disattivando il tag quando si parla di alloggio, credito e occupazione, così da evitare l’esclusione a priori di determinante categorie quando si promuovono affitti o si offre lavoro. Ha inoltre annunciato una migliore definizione di cosa è discriminatorio e cosa non lo è nelle sue policy. 

Ma l’attenzione al nostro umore non è una novità, infatti nel giugno del 2014, Facebook ha pubblicato i risultati di un esperimento che aveva esposto quasi 700 mila utenti a contenuti soprattutto positivi o soprattutto negativi.
Altre notizie per : Facebook

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti dei fatti più importanti dal mondo.
Scritto da Anna Spiotta Letto 389 volte
zazoom
- 4 5 4
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : WebFacebookpubblicitàmessaggi pubblicitariutenti Di' la tua e commenta questo post!