Calcio - anticipo Hellas Verona-Milan 3-0Due escursionisti morti in montagnaFisco - evasione vale 87 miliardi l'annoIgor in Italia dopo processi in SpagnaIgor in Italia dopo la pena in SpagnaPapa: gioia - gratitudine per vero NataleSalma Vittorio Emanuele III in ItaliaDi Maio: Pd sul Titanic - parli su banchePakistan:attacco a una Chiesa - 8 mortiBrexit - i britannici cambiano idea
di

Trace Gas Orbiter (TGO) verso l'orbita finale

Trace Gas Orbiter (TGO) verso l'orbita finale
Arrivato in orbita attorno a Marte il 19 ottobre 2016, il Trace Gas Orbiter (TGO), della missione ...
Trace Gas Orbiter (TGO) verso l'orbita finale

Trace Gas Orbiter (TGO) verso l'orbita finale
Arrivato in orbita attorno a Marte il 19 ottobre 2016, il Trace Gas Orbiter (TGO), della missione congiunta ESA/Roscosmos ExoMars, ha portato a termine una serie di manovre necessarie per raggiungere l'orbita operativa finale. La sonda ha come obiettivo principale lo studio dell'atmosfera del pianeta.

TGO ha modificato la sua inclinazione orbitale con tre accensioni del motore, effettuate rispettivamente il 19, 23 e 27 gennaio scorso. Ora, la sua traiettoria da equatoriale è diventata quasi polare, permettendo una migliore copertura della superficie. "Le manovre sono state eseguite in tre fasi per evitare una possibile collisione con Marte nel caso di spegnimento anticipato o scarso rendimento del motore", ha dichiarato nel comunicato Peter Schmitz, responsabile dell'operazione. Invece, il risultato è stato molto preciso ed è stato necessario solo un piccolo aggiustamento il 5 febbraio per abbassare l'orbita da 250 a 210 chilometri.

Queste manovre erano indispensabili per affrontare la prossima sfida, una campagna di aerobreaking (aerofrenaggio) progettata per trasformare il percorso di TGO da ellittico a quasi circolare ad una quota di circa 400 chilometri. Questo permetterà all'orbiter di sfiorare gli strati dell'alta atmosfera marziana. Tale fase inizierà a metà marzo e durerà 13 mesi. All'inizio del mese, poco prima dell'aerobraking, il team scientifico avrà un'altra occasione per accendere la strumentazione e fare misurazioni di calibrazione, comunque vitali per iniziare a costruire un importante archivio di dati. L'obiettivo principale è quello di inventariare tutti i gas che compongono l'atmosfera del Pianeta Rosso, compresi quelli presenti in piccole quantità che costituiscono solo l'1 per cento del volume atmosferico, tra cui metano, vapore acqueo, biossido di azoto e acetilene.

La sonda cercherà anche acqua e ghiaccio appena sotto la superficie e farà da ponte per le comunicazioni tra la Terra e le missioni robotiche ancora operative e future.

Leggi esa su aliveuniverse.today
Altre notizie per : esa

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti dei fatti più importanti dal mondo.
Scritto da aliveuniverseimages@ Letto 1116 volte
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : Scienzaesamartetgoexomars Di' la tua e commenta questo post!